balza - manifattura di Alençon (primo quarto sec. XIX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900162397 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

balza - manifattura di Alençon (primo quarto sec. XIX) 
balza - manifattura di Alençon (primo quarto sec. XIX) 
balza 
Il fondo del merletto è a maglie esagonali 'tortillè' ed è decorato da pois e rametti con due o quattro piccole foglie. Il bordo è costituito da un motivo stilizzato terminante in un cerchio con al centro una stella e culminante con tre stilizzati ramoscelli. i decori sono tutti evidenziati da un rilievo rigido e di piccolo spessore 
1800-1824 
0900162397 
balza 
00162397 
09 
0900162397 
L'esemplare di merletto ad ago di Alençon, è collocabile nel primo quarto del XIX secolo, ancora di stile I impero, nonostante il disegno e i motivi siano più semplificati rispetto alla elegante produzione contemporanea. Fu proprio Napoleone che per rivitalizzare le lavorazioni, rimaste ferme a causa della Rivoluzione Francese, sfoggiò per la sua incoronazione uno jabot di Alençon e ordinò una parure da letto per Giuseppina. Ma il vero lancio degli Alençon avvenne dal 1840 al 1870, quando la produzione, il commercio fu in mano alle grandi ditte francesi, che modificarono, sostanzialmente i modi della produzione e diffusione. Tra le più importanti vi fu quella di Lefebure e Verdé Delisle, o Videcon e Simon, che ne continuarono le produzioni, spesso riutilizzando tradizionali motivi 
Il fondo del merletto è a maglie esagonali 'tortillè' ed è decorato da pois e rametti con due o quattro piccole foglie. Il bordo è costituito da un motivo stilizzato terminante in un cerchio con al centro una stella e culminante con tre stilizzati ramoscelli. i decori sono tutti evidenziati da un rilievo rigido e di piccolo spessore 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
balza 
filo di lino/ merletto ad ago 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here