console, serie - manifattura toscana (sec. XIX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900191134 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

console, serie
console, serie - manifattura toscana (sec. XIX) 
console, serie - manifattura toscana (sec. XIX) 
console (serie) 
Quattro consolles semicircolari con piano di granito rosa orientale, fascia e gambe di mogano con guarnizioni di legno intagliato e dorato. I quattro piedi terminano con busto femminile dorato, in basso sono scannellati e terminano con piedini tinti nero 
ca 1809-ca 1809 
0900191134 
console 
00191134 
09 
0900191134 
Dal 1809 al 1846 arredavano il cosiddetto salotto rotondo nel quartiere delle stoffe. Probabilmente queste consolles furono volute da Elisa Baciocchi al suo ingresso a Palazzo Pitti con l'intento di rinnovare gli arredi leopoldini ormai passati di moda con i più aggiornati mobili IMpero. La fattura alquanto accurata degli intagli e le proporzioni calibrate ci fanno pensare che queste consolles siano opera di Giovanni Socci, uno dei mobilieri attivi per la nuova regina. A. Gonzales Palacios infatti fa risalire al prototipo francese dei F.lli Jacob (ora a Fontainebleau) eseguito nel 1796 e ciò avvalora la nostra ipotesi che l'anonimo artefice fosse un ebanista aggiornato al gusto francese come lo era il Socci 
Quattro consolles semicircolari con piano di granito rosa orientale, fascia e gambe di mogano con guarnizioni di legno intagliato e dorato. I quattro piedi terminano con busto femminile dorato, in basso sono scannellati e terminano con piedini tinti nero 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
console 
granito 
legno di mogano/ intaglio/ doratura/ pittura 
bibliografia specifica: Cultura neoclassica - 1972 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here