resurrezione di Cristo (dipinto) by Carli Raffaello detto Raffaellino del Garbo (sec. XVI)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900191217 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

dipinto resurrezione di Cristo
resurrezione di Cristo (dipinto) by Carli Raffaello detto Raffaellino del Garbo (sec. XVI) 
resurrezione di Cristo (dipinto) di Carli Raffaello detto Raffaellino del Garbo (sec. XVI) 
dipinto 
Soggetti sacri. Personaggi: Cristo. Figure maschili: soldati; cavalieri. Abbigliamento: all'antica; contemporaneo: armatura; turbante. Architetture: rovine; città (Firenze con la cupola del Duomo e Palazzo Vecchio ). Paesaggi: monti; strada; fiume. Oggetti: spada; scimitarra; elmi; scudi; sarcofago; fioretto (?). Animali: cavalli. Vegetali: cespugli; alberi; fiori. Allegorie-simboli: stendardo con la croce. Decorazioni: sfingi con urne cavalcate da satiri (uno alato) 
ca 1500-ca 1505 
0900191217 
dipinto 
00191217 
09 
0900191217 
Precedentemente datata alla fine del sec. XV in base alla dipendenza dalla ghirlandaiesca 'Resurrezione' di Berlino (1496) già sull'altare maggiore di S. Maria Novella, l'opera è stata postdatata dalla Carpaneto, seguita dalla Padoa Rizzo e lo Spalletti, verso il 1505 per i riflessi che vi si riconoscono degli studi preparatori di Leonardo per i cartoni della battaglia di Anghiari del 1504. L'influsso è particolarmente evidente nella testa della figura, colpita dal coperchio del sepolcro, segnalata dal Vasari stesso come 'molto bella e bizzarra'. La Carpaneto indicò come fonti iconografiche del dipinto alcune terracotte di analogo soggetto della fine del Quattrocento eseguite da Luca della Robbia, dal Verrocchio e da Benedetto Buglioni (cfr. anche Bacci P. , 1904) . Secondo il Vasari tra i soldati "... in una testa di giovane, fu ritratto Niccolò Capponi... " che viene generalmente identificato dalla critica con la figura giovane che dorme a destra in alto. Il Litta e il Poggi ritenevano che si trattasse di quel Niccolò (n. 1451) che, insieme ai fratelli Guglielmo e Bernardo e allo zio Giovanni di Piero, fece fare i lavori nella cappella Capponi in occasione della morte del padre, Nicola di Piero (12 gennaio 1484 s. c. ). E poichè questo Niccolò Capponi avrebbe avuto una cinquantina di anni all'epoca dell'escuzione della 'Resurrezione', il Poggi preferiva riconoscerlo o nel guerriero già adulto raffigurato a sinistra o nell'altro che fugge a destra. Tuttavia, dal momento che il Vasari parla specificamente di un giovane, è più probabile che il personaggio citato da lui fosse Niccolò di Andrea di Nicola Capponi (nipote dell'altro) che nacque nel 1481 (cfr. Litta, tav. VII). Del dipinto si conserva un disegno preparatorio a Londra, British Museum (cfr. Carpaneto, 1971) 
resurrezione di Cristo 
73 E 13 3 
Soggetti sacri. Personaggi: Cristo. Figure maschili: soldati; cavalieri. Abbigliamento: all'antica; contemporaneo: armatura; turbante. Architetture: rovine; città (Firenze con la cupola del Duomo e Palazzo Vecchio ). Paesaggi: monti; strada; fiume. Oggetti: spada; scimitarra; elmi; scudi; sarcofago; fioretto (?). Animali: cavalli. Vegetali: cespugli; alberi; fiori. Allegorie-simboli: stendardo con la croce. Decorazioni: sfingi con urne cavalcate da satiri (uno alato) 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
resurrezione di Cristo 
oro 
tavola/ pittura a olio 
bibliografia specifica: Vasari G - 1878-1885 
bibliografia specifica: Uffizi catalogo - 1980 
bibliografia specifica: Ulmann H - 1894 
bibliografia specifica: Galleria Accademia - 1999 
bibliografia specifica: Borghini R - 1584 
bibliografia specifica: Bernardo Daddi - 2005 
bibliografia specifica: Bonsanti G - 1987 
bibliografia specifica: Colzi C - 1817 
bibliografia specifica: Pieraccini E - 1884 
bibliografia specifica: Buschmann H - 1993 
bibliografia specifica: Carpaneto M. G - 1971 
bibliografia specifica: Codice anonimo - 1893 
bibliografia specifica: Disegno fiorentino - 1992 
bibliografia specifica: Neilson K. B - 1938 
bibliografia specifica: Zambrano P./ Katz Nelson J - 2004 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here