Eucaristia riconosciuta come dogma della chiesa (stampa) by Ragot François il Giovane, Rubens Pieter Paul (fine/ inizio secc. XVII/ XVIII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900225014 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

stampa, stampa di traduzione Eucaristia riconosciuta come dogma della chiesa
Eucaristia riconosciuta come dogma della chiesa (stampa) di Ragot François il Giovane, Rubens Pieter Paul (fine/ inizio secc. XVII/ XVIII) 
Eucaristia riconosciuta come dogma della chiesa (stampa) by Ragot François il Giovane, Rubens Pieter Paul (fine/ inizio secc. XVII/ XVIII) 
stampa (stampa di traduzione) 
Personaggi: santi. Simboli: calice eucaristico. Architetture: colonne tortili. Decorazioni: panneggi; festoni 
ca 1690-ca 1710 
0900225014 
stampa stampa di traduzione 
00225014 
09 
0900225014 
Questa stampa in due tavole di Ragot riunisce in una sola composizione in controparte due icisioni di Schelte a Bolswert (Bolsward ca 1586 - Anversa 1659) raffiguranti "I quattro evangelisti e i Santi difensori dell'Eucaristia". Bolswert divenne incisore accreditato presso Rubens dopo il 1633, grazie alla sua tecnica in grado di rendere bene i modellati morbidi e le variazioni dei toni di colore. Prediligeva i temi religiosi. Le due incisioni in esame riproducono due arazzi appartenenti alla serie detta il "Trionfo dell'Eucaristia", offerta dalla Infanta Isabella Clara Eugenia al convento madrileno. Su commissione dell'Infanta, Rubens lavorò alla serie tra il 1625 e il 1628. Le incisioni, senza il triplice privilegio rubensiano, sembrano successive alla morte del maestro (D. Bodart, 1977, p. 41). La questione sul modello seguitgo dagli incisori è stata affrontata da H. Gerson e J. W. Godison ("Fitzwilliam Museum, Cambridge. Catalogue of Paintings" I Dutch and Flemish, Cambridge, 1960, p. 107) e l'ipotesi più plausibile è che Bloswert si sia servito dei modelli eseguiti da Rubens per i cartoni, ora al Prado. Su Francois Ragot, specializzato in riproduzioni di stampe rubensiane, è valido lo studio di D. Bodart (1977, p. 163). Copiò quasi sempre in controparte e in formato più grande le stampe di Vostermann, Pontius e Bolwert senza grande sensibilità nella resa dei valori cromatici. La maggior parte della sua produzione cade nel decennio 1660-1670. Fu anche editore di stampe e le prime prove delle incisioni recano di solito il suo indirizzo parigino 
Eucaristia riconosciuta come dogma della chiesa 
11 D 325 ; 11 H 
Personaggi: santi. Simboli: calice eucaristico. Architetture: colonne tortili. Decorazioni: panneggi; festoni 
Firenze (FI) 
detenzione Ente religioso cattolico 
Eucaristia riconosciuta come dogma della chiesa 
carta/ bulino 
bibliografia di confronto: Bodart D - 1977 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here