busto di giovane donna (Ginevra de' Benci), busto di Ginevra de' Benci (scultura) by Bastianini Giovanni (sec. XIX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900225231 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

scultura busto di Ginevra de' Benci
busto di giovane donna (Ginevra de' Benci), busto di Ginevra de' Benci (scultura) di Bastianini Giovanni (sec. XIX) 
busto di giovane donna (Ginevra de' Benci), busto di Ginevra de' Benci (scultura) by Bastianini Giovanni (sec. XIX) 
busto di giovane donna (Ginevra de' Benci), busto di Ginevra de' Benci (scultura) 
Figure: figure femminili 
ca 1830-ca 1868 
0900225231 
scultura 
00225231 
09 
0900225231 
Il busto è stato studiato per la prima volta da Bernadina Sani ed appartiene alla serie dei ritratti femminili di stile quattrocentesco, ai quali Bastianini si dedicò sicuramente tra il 1850 e il 1855. La scultura fa parte di un gruppo di cinque busti presso la Galleria d'arte moderna dal 1935. in particolare per quest'opera non era stata ipotizzata l'identificazione del personaggio, che invece per Giancarlo Gentilini (1981) avrebbe potuto raffigurare Alessandra Macinghi, moglie di Matteo Strozzi, basandosi sul ricordo di Mario Foresi dell'esecuzione di tale ritratto. Successivamente tuttavia, ritornato lo studioso sull'argomento nel 1985, ha riprodotto l'opera come Ginevra de' Benci o Giovanna degli Albizi idemtificando la scultura col busto esposto nel 1851 presso la Società Promotrice di Belle Arti di Firenze. A conforto della tesi sono i particolari dell'abbigliamento quattrocentesco, fedelmente riprodotti nell'affresco della visitazione dipinta dal Ghirlandaio in Santa Maria Novella, dove nell'800 si voleva vedere, sulla scorta del Vasari, il ritratto di Ginevra de' Benci, mentre oggi è ora considerato come raffigurante Giovanna Albizi Tornabuoni. Per lo studio dell'abito quattrocentesco il Bastianini poteva forse documentarsi sulle tavole dell'Inghirami che riproducevano anche dettagli dei costumi e di quegli affreschi. Gentilini nota giustamente nello stile dello scultore, l'influenza degli asciutti grafismi del Ghirlandaio, accentuati dall'uso della traduzione delle incisioni. Per la tipologia del viso, il prototipo è il volto della Madonna Nofri di Antonio Rossellino 
busto di Ginevra de' Benci 
busto di giovane donna (Ginevra de' Benci) 
31 AA 22 2 
Figure: figure femminili 
Firenze (FI) 
proprietà Ente pubblico territoriale 
busto di Ginevra de' Benci, busto di giovane donna (Ginevra de' Benci) 
gesso/ patinatura/ pittura 
bibliografia specifica: Cultura neoclassica - 1972 
bibliografia specifica: Foresi M - 1911 
bibliografia specifica: Omaggio Donatello - 1985 
bibliografia specifica: Gentilini G - 1988 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here