predica e martirio di San Pietro Martire (dipinto) by Maestro di Marradi (inizio sec. XVI)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900228351 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

dipinto predica e martirio di San Pietro Martire
predica e martirio di San Pietro Martire (dipinto) di Maestro di Marradi (inizio sec. XVI) 
predica e martirio di San Pietro Martire (dipinto) by Maestro di Marradi (inizio sec. XVI) 
dipinto 
Soggetti sacri. Personaggi: San Pietro martire; frate Domenico. Figure: astanti; soldati; carnefici. Abbigliamento. Strumenti del martirio: coltello. Paesaggi: colline; cielo; nubi. Oggetti: pulpito; colonnina; scudo. Animali: cavallo. Vegetali: alberi 
ca 1500-ca 1510 
0900228351 
dipinto 
00228351 
09 
0900228351 
Questa tavoletta e la compagna con l'Adorazione dei Magi (1890/485), furono vendute il 5 febbraio 1782, come opera di Dello Delli, dal signor Ottavio Magherini alla Galleria degli Uffizi per la somma di sei zecchini e collocate nel magazzino dell'ingresso nuovo. Nell'inventario della galleria risalente al 1784, risulta in questa collocazione, mentre nel 1792, nella Description de la Galerie Royale de Florence, a cura del De Giudici troviamo inserita solo la prima. Dal 1825 le tavolette compaiono ancora insieme alla Galleria degli Uffizi, ma nel 1936 figurano nel catalogo della Galleria dell'Accademia a cura del Procacci, per approdare successivamente, nel 1961, al Museo di Palazzo Davanzati, loro sede attuale. Attribuita dal Van Marle alla scuola del Botticelli, la tavoletta con la Storia di San Pietro da Verona fu riferita dal Fahy (1967) molto opportunamente al Maestro di Marradi, un pittore operante tra gli ultimi decenni del Quattrocento e gli inizi del Cinquecento, che ha lasciato a Marradi cinque tempere. Essa è cronologicamente vicina a quella con l'Adorazione dei Magi, che a causa delle affinità con un bozzetto eseguito in parte dal Botticelli è databile intorno al 1500; però è da notare che, per la scena della Predicazione, dipende in stretta misura dall'affresco di analogo soggetto situato sulla facciata a nord del Bigallo e terminato da Rossello di Iacopo Franchi e Ventura di Moro già entro il 23 agosto 1446, data dell'ultimo pagamento ai due pittori. Il ricorso a modelli della prima metà del Quattrocento, e talora anche più antichi, è caratteristico del gusto arcaizzante proprio del Maestro di Marradi, che si manifesta nella maggior parte delle sue opere 
predica e martirio di San Pietro Martire 
Soggetti sacri. Personaggi: San Pietro martire; frate Domenico. Figure: astanti; soldati; carnefici. Abbigliamento. Strumenti del martirio: coltello. Paesaggi: colline; cielo; nubi. Oggetti: pulpito; colonnina; scudo. Animali: cavallo. Vegetali: alberi 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
predica e martirio di San Pietro Martire 
tavola/ pittura a tempera 
bibliografia specifica: Uffizi catalogo - 1980 
bibliografia specifica: Van Marle R - 1923-1938 
bibliografia specifica: Fahy E - 1976 
bibliografia specifica: Maestri botteghe - 1992 
bibliografia specifica: Procacci U - 1936 
bibliografia specifica: Condorelli A - 1968 
bibliografia specifica: Fremantle R - 1975 
bibliografia specifica: Rigoni C - 1891 
bibliografia specifica: Palazzo Davanzati - 1979 
bibliografia specifica: Palazzo Davanzati - 1986 
bibliografia specifica: Pieraccini E - 1912 
bibliografia specifica: Fahy E - 1967 
bibliografia specifica: Filippini C - 1992 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here