Testa di serafino (scultura, frammento) - bottega robbiana (fine/inizio secc. XV/ XVI)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900235730 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

scultura, frammento Testa di serafino
Testa di serafino (scultura, frammento) - bottega robbiana (fine/inizio secc. XV/ XVI) 
Testa di serafino (scultura, frammento) - bottega robbiana (fine/inizio secc. XV/ XVI) 
scultura (frammento) 
Scultura 
1490-1510 
0900235730 
scultura 
00235730 
09 
0900235730 
L'opera risulta donata dal pittore fiorentino Giuseppe Gagliardi, insieme all'altro esemplare di serafino (09/00235758), presumibilmente nel 1817, anno in cui lo stesso donò al Camposanto la mandorla con la Madonna e il Bambino (09/00235729). Il rilievo venne collocato sotto i due oggetti sopra ricordati a sinistra dell'arcone d'accesso alla cappella Ammannati, nel corridoio nord (ASF, s.n.). Nel 1935 entra nella collezione dell'Opera del D uomo (CARLI 1935); rimasta per lungo tempo nei depositi della Primaziale, è dal 1986 al Museo Nazionale di San Matteo. L'oggetto in questione costituisce probabilmente un frammento di fregio di una pala. La modellazione fa presupporre la mano di un modesto artista vicino tuttavia ai modi di Andrea della Robbia, forse uno dei figli 
Testa di serafino 
Scultura 
Pisa (PI) 
detenzione Stato 
Testa di serafino 
terracotta/ invetriatura 
bibliografia specifica: Marmi Lasinio - 1993 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here