Testa di serafino (mensola) by Della Robbia Andrea (attribuito) (fine sec. XV)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900235758 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

mensola Testa di serafino
Testa di serafino (mensola) di Della Robbia Andrea (attribuito) (fine sec. XV) 
Testa di serafino (mensola) by Della Robbia Andrea (attribuito) (fine sec. XV) 
mensola 
Mensola 
1490-1499 
0900235758 
mensola 
00235758 
09 
0900235758 
Recentemente Gentilini (1992b) ha ipotizzato un'originaria appartenenza della mensola all'anconetta centinata con la Madonna in adorazione del Bambino appartenuta all'Arciconfraternita della Misericordia di Pisa e dal 18 93 passata al Museo Civico e poi al Museo Nazionale di S. Matteo, dove ancora si trova. A una data imprecisata risalirebbe, dunque, lo smembramento dei due pezzi, poiché, insieme all'esemplare 09/00235730, la testa di serafino risulta in Camposanto al tempo di Lasinio come dono del pittore fiorentino Giuseppe Gagliardi (LASINIO 1833), lo stesso che nel 1817 incrementò la collezione scultorea raccolta lungo i corridoi dell'edificio monumentale con il rilievo anch'esso in terracotta policroma e invetriata raffigurante una mandorla con la Madonna e il Bambino (09/00235729). La mensola venne così inserita incongruamente tra le due robbiane sopra 09/00235730 e 09/00235731), a sinistra dell'arcone d'accesso alla cappella Ammannati ( corridoio nord) (LASINIO 1833; AFS s.n.). Qui è rimasta fino al 1935, anno in cui passò prima al Museo dell'Opera del Duomo, poi ai depositi della Primaziale, ricavati negli stessi locali del palazzo della Primaziale; dal 1986 si conserva presso il Museo Nazionale di S. Matteo. L'abbinamento all'anconetta della Misericordia proposto da Gentilini (1992b) sarebbe confermato, oltre che dalle misure, anche dagli ornati delle cornici (modana ti con ovuli e dardi) dei due pezzi che coincidono; a questo si aggiunga il modellato della testa e delle ali del serafino vicino a quelli raffigurati nel rilievo destinato alla devozione domestica, ritenuta per le qualità plastiche un'opera autografa di Andrea realizzata verso la fine del '400 , vicino stilisticamente all'Assunta di Foiano della Chiana (1502) e alla Madonna col Bambino, Museo Civico di Sansepolcro (1503) 
Testa di serafino 
Mensola 
Pisa (PI) 
detenzione Stato 
Testa di serafino 
terracotta/ invetriatura 
bibliografia specifica: Marmi Lasinio - 1993 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here