Ritratto di Maria Salviati, ritratto di donna (dipinto) - ambito fiorentino (sec. XVI)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900260446 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

dipinto ritratto di donna
Ritratto di Maria Salviati, ritratto di donna (dipinto) - ambito fiorentino (sec. XVI) 
Ritratto di Maria Salviati, ritratto di donna (dipinto) - ambito fiorentino (sec. XVI) 
ca 1500-ca 1599 
Dipinto 
Ritratto di Maria Salviati, ritratto di donna (dipinto) 
00260446 
09 
0900260446 
Il dipinto è di proprietà delle Gallerie fiorentine ed è in deposito presso la Prefettura di Arezzo dal 1952. Il soggetto rappresentato è probabilmente da identificare con Maria Salviati (1499-1548), madre di Cosimo I dei Medici e moglie di Giovanni dalle Bande Nere. Anche se la tavola aretina non è stata inclusa dalla Langedijk nel suo sistematico catalogo dei ritratti della famiglia Medici, il confronto con alcune note rappresentazioni di Maria Salviati confermano l'ipotesi che quest'ultima sia il soggetto ritratto. La figura femminile del dipinto della Prefettura presenta una notevole somiglianza con il ritratto della Salviati affrescato dal Vasari nella sala di Giovanni dalle Bande Nere in Palazzo Vecchio a Firenze. Piuttosto simile è la fisionomia del volto, nonchè il tipo di veste e di velo, che in entrambi i casi vengono indossati dalla donna. Lo stesso confronto vale anche per un disegno (Uffizi, n. 6680 F.), che è considerato preparatorio del ritratto di Maria Salviati (Uffizi, Inv. 1890 n. 3565) da lui eseguito insieme alla sua bottega, nel quale gli stessi particolari della veste, del bavero e del velo corrispondono alla tavola aretina. Quest'ultima è attribuibile ad un artista della seconda metà del XVI secolo e attivo in ambito bronzinesco 
ritratto di donna 
Ritratto di Maria Salviati 
Dipinto 
ritratto di donna, Ritratto di Maria Salviati 
Arezzo (AR) 
0900260446 
dipinto 
proprietà Stato 
tavola/ pittura a olio 
bibliografia specifica: Langedijk K - 1981-1987 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here