Ratto di Deianira (dipinto) by Franceschini Baldassarre detto Volterrano (scuola) (sec. XVII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900260465 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

dipinto Ratto di Deianira
Ratto di Deianira (dipinto) by Franceschini Baldassarre detto Volterrano (scuola) (sec. XVII) 
Ratto di Deianira (dipinto) di Franceschini Baldassarre detto Volterrano (scuola) (sec. XVII) 
ca 1600-ca 1699 
Dipinto 
dipinto 
00260465 
09 
0900260465 
Negli inventari ottocenteschi delle Gallerie fiorentine il dipinto, che è in deposito presso la Prefettura di Arezzo dal 1952, è segnalato come operra di maniera veneta del XVII secolo. Da un'analisi stilistica della tela risulta chiaro che l'autore debba essere ricercato in ambito fiorentino e probabilmente in un artista piuttosto prossimo al Volterrano. tale affermazione può essere confermata dal fatto che il dipinto in esame presenta alcune affinità con gli affreschi eseguiti dal Volterrano nel cortile della villa della Pietraia. L'esecuzione del ciclo pittorico ebbe inizio nel 1637 e condotta a più riprese, durò per circa un decennio, durante il quale l'artista fece un viaggio in Italia Settentrionale con soggiorni a Bologna, Ferrara, Parma e Venezia e conclusosi con una tappa a Roma; esperienze quest'ultime i cui ricordi si avvertono anche negli affreschi della Pietraia. La conoscenza dell'arte di pietro da Cortona e del movimento neo-veneziano,da cui fu influenzata la cultura romana intorno agli anni trenta, risulta chiara anche nella tela della Prefettura di Arezzo, che nelle figure delle ninfe poste in secondo piano, in aprticolare in quella rappresentata di profilo, presenta una notevole somiglianza con i personaggi femminili dell'affresco raffigurante "L'omaggio della Toscana alla memoria di Ferdinando I" della Pietraia. Tra le opere del Volterrano un altro termine di confronto può essere individuato nella tela con "Onfale" (Roma, Collezione privata) datato dalla Gregori intorno al 1640-1641: alla regina della Lidia, al cui servizio fu peraltro Ercole, pare richiamarsi la protagonista femminile del dipinto aretino. Tali considerazioni permettono di avanzare per quest'ultimo una datazione intorno al quinto decennio del secolo 
Ratto di Deianira 
Dipinto 
Ratto di Deianira 
Arezzo (AR) 
0900260465 
dipinto 
proprietà Stato 
tela/ pittura a olio 
bibliografia specifica: Seicento fiorentino - 1986 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here