Vecchi commilitoni (dipinto) by Gragnoli Ovidio (sec. XX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900260470 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

dipinto Vecchi commilitoni
Vecchi commilitoni (dipinto) di Gragnoli Ovidio (sec. XX) 
Vecchi commilitoni (dipinto) by Gragnoli Ovidio (sec. XX) 
1930-1930 
Dipinto 
dipinto 
00260470 
09 
0900260470 
Il dipinto, che reca la data 1930, è opera di Ovidio Gragnoli, artista nato ad Arcidosso e vissuto a Monte San Savino e ad Arezzo. In occasione della retrospettiva dell'artista organizzata ad Arcidosso nel 1979 è stato raccolto un grande numero di dipinti, di disegni e di schizzi provenienti non solo dalla città natale, ma anche da Firenze, da Monte San Savino e da Arezzo. Alla mostra è stata esposta anche la tela in esame. Molti dipinti del Gragnoli sono di proprietà di collezioni private di Arezzo, città nella quale il pittore aveva numerose conoscenze e dove il suo nome è stato reso popolare dal grande affresco con "Scene della Giostra del Saracino" eseguito nel 1939 nel locale del ristorante "Buca di San francesco". Tra i lavori aretini del Gragnoli vanno segnalati gli affreschi della sede del rione di Santo Spirito, che sono andati perduti, e la riproduzione della "Madonna della Misericordia" di Parri Spinello, che l'artista donò al quartiere di Porta del Foro nel 133. La sua produzione pittorica è ispirata alla vita quotidiana della gente umile e dell'amore per la propria terra ed è caratterizzata da un verismo che tartta i problemi reali con sobrietà e senza umorismo 
Vecchi commilitoni 
Dipinto 
Vecchi commilitoni 
Arezzo (AR) 
0900260470 
dipinto 
proprietà Stato 
tela/ pittura a olio 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here