rilievo by Buontalenti Bernardo, Mati Piero (sec. XVI)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900281376-3 an entity of type: CulturalPropertyComponent

rilievo, parete di fondo
rilievo by Buontalenti Bernardo, Mati Piero (sec. XVI) 
rilievo di Buontalenti Bernardo, Mati Piero (sec. XVI) 
rilievo 
Soggetti profani. Figure maschili: pastore; vecchio. Figure femminili: ninfe. Animali: capra. Vegetali: alberi; arbusti 
1583/08/22-1584/05/05 
0900281376-3 
rilievo 
00281376 
09 
0900281376 
Il pagamento delle sculture al Mati (Piero di Tommaso), ricordato da Heikamp nei testi del 1964 e del 1965, è stato trascritto solo di recente da Fara. Dal documento (che fu vistato non dal Buontalenti bensì" dall'Ammannnati come ha specificato L. Zangheri nell'intervento al Convegno di 'Boboli 90'), in data 25 maggio 1584, il Mati risulta creditore in quanto fra il 22 agosto 1583 e il 5 maggio 1584 era stato "a far fiure e maschere di terra e di spugnie e d'altro per detta g rotta". Niente si conosce di questo scultore il cui intervento segui' di poco la commissione di Francesco I. Le splendide figure realizzate con materiale lapideo diverso, sotto cui era stata predisposta un'apposita armatura, oggi purtroppo ben visibile, svolgono il tema arcadico e pastorale caro ali a poetica medicea dai tempi del Magnifico. I colori, ormai s penti e sbiaditi al pari degli affreschi delle pareti, vanno man mano a sgretolarsi per la mancanza di umidita", in origine fornita dall'acqua che scorreva nei bacini laterali in cu i erano pesci rossi, e dall'impianto idraulico che permetteva una perfetta gocciolatura lungo le pareti. L'acqua in quanto forza vivificante e generatrice, come a Pratolino era l'elemento primario di quest'ambiente. La relazione presentata da L. Pierrelli al convegno 'Boboli 90', ha mostrato la precisione tecnico-esecutiva di queste sculture. Insieme alla sollecitazione sonora dell'acqua la luce modulata che filtrava mai diretta, unificava l'ambiente e gli conferiva un tono irreale e primigenio. Interpretazioni panteistiche, naturalistiche e misteriche che rinnovano il tema rustico delle grotte di età" romana sono state date da Acidini, Rinaldi, Fagiolo nonché" Heikamp. Il restauro del 1980 ha permesso di arrestare parzialmente il degrado della grotta, permettendone l'attuale lettura 
parete di fondo 
25 H 1 
Soggetti profani. Figure maschili: pastore; vecchio. Figure femminili: ninfe. Animali: capra. Vegetali: alberi; arbusti 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
rilievo 
marmo bianco 
cristallo 
porfido 
stucco/ modellatura 
maiolica/ pittura 
spugna 
pasta vitrea 
quarzo 
marmo rosso di Siena 
conchiglia/ mosaico 
malta/ pittura 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here