Nettuno (statua) by Lorenzi Stoldo (sec. XVI)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900281383-1 an entity of type: CulturalPropertyComponent

statua, alla sommità Nettuno
Nettuno (statua) by Lorenzi Stoldo (sec. XVI) 
Nettuno (statua) di Lorenzi Stoldo (sec. XVI) 
statua 
Soggetti profani. Personaggi: Nettuno. Attributi: (Nettuno) tridente 
1565-1574 
0900281383-1 
statua 
00281383 
09 
0900281383 
Notava a ragione Ciardi Duprè che la rotazione plastica di questa figura, e la resa morbida e fluida della superficie indicano l'importante influenza che il neoellenismo di Vincenzo de' Rossi ebbe sulla formazione di Stoldo Lorenzi. Al riguardo si osserva che la scelta di questa attitudine sembra tratta da "un gran medaglione" che Vasari ricorda posto a decorare la facciata di palazzo Spini al ponte a Santa Trinità, durante l'apparato per le nozze di Francesco I: "vi si vedeva figurato, un gran Nettuno su l'usato Carro e con l'usato Tridente, qual e" descritto da Virgilio, discacciare gli importuni venti, per motto usando le sue medesime parole: MATURATE FUGAM, quasi volesse tranquillità" e quiete e felicita" nel suo regno a" fortunati sposi promettere". Il Lorenzi, aiuto del Tribolo a Castello insieme al fratello Antonio (Wiles, Utz) era esperto nella lavorazione del bronzo; Vasari lo ricorda allievo del pittore Girolamo Macchietti, e un certo modo 'pittorico' di trattare la materia, ampio e tenero, gli si può di fatto riconoscere. Pochissimo studiato dalla critica, l'artista lavorò a Milano accanto ad Annibale Fontana , a Pisa e a Firenze vicino a Pierino da Vinci, e per lo studiolo di Francesco I in Palazzo Vecchio realizzò in bronzo la delicata 'Galatea' 
Nettuno 
alla sommità 
92 H 1 
Soggetti profani. Personaggi: Nettuno. Attributi: (Nettuno) tridente 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
Nettuno 
bronzo/ fusione 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here