apostolo (dipinto murale) - scuola fiorentina (fine/ inizio secc. XIV/ XV)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900281564-6 an entity of type: CulturalPropertyComponent

dipinto murale, settimo registro da sinistra apostolo
apostolo (dipinto murale) - scuola fiorentina (fine/ inizio secc. XIV/ XV) 
apostolo (dipinto murale) - scuola fiorentina (fine/ inizio secc. XIV/ XV) 
dipinto murale 
n.p 
post 1398-ca 1410 
0900281564-6 
dipinto murale 
00281564 
09 
0900281564 
Gli affreschi, ignorati dalla critica, difficilmente leggibili a causa del loro cattivo stato di conservazione, furono probabilmente eseguiti subito dopo la decorazione delle volte. Scomparsi nel 1770 in seguito ad una imbiancatura della chiesa, sono riemersi dopo i restauri del 1864. Il Vasari riferisce gran parte della decorazione pittorica a Jacopo del Casentino, senza peraltro citare espressamente la parte in questione; allo stesso pittore l’attribuiscono Goretti Miniati, Artusi e Gabbrielli. Il Boskovits, pur non riconoscendo una mano precisa nella decorazione della parte in esame ritiene che all’impresa parteciparono numerosi artisti fra cui Mariotto di Nardo, Lorenzo di Bicci, Ambrogio di Baldese, Spinello Aretino, Niccolò di Pietro Gerini e Lorenzo di Niccolò. L’introdosso è diviso in otto registri, ognuno recante entro un’edicola dipinta un Santo. Il secondo da sinistra è del tutto illeggibile. La genericità degli attributi, libri e vessilli, rende difficile l’identificazione delle singole figure 
apostolo 
settimo registro da sinistra 
73 C 72 11 
n.p 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
apostolo 
intonaco/ pittura a fresco 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here