San Michele Arcangelo tra San Bartolomeo e San Giuliano l'Ospitaliere con donatrice (dipinto) by Matteo di Pacino (sec. XIV)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900282090 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

dipinto San Michele Arcangelo tra San Bartolomeo e San Giuliano l'Ospitaliere con donatrice
San Michele Arcangelo tra San Bartolomeo e San Giuliano l'Ospitaliere con donatrice (dipinto) by Matteo di Pacino (sec. XIV) 
San Michele Arcangelo tra San Bartolomeo e San Giuliano l'Ospitaliere con donatrice (dipinto) di Matteo di Pacino (sec. XIV) 
dipinto 
Incorniciatura modanata 
ca 1360-ca 1365 
0900282090 
dipinto 
00282090 
09 
0900282090 
Il dipinto è giunto alle Gallerie fiorentine attraverso le soppressioni napoleoniche dal monastero di S. Ambrogio: probabilmente potremmo trovarvi un legame con la compagnia di S. Michele della Pace eretta all'interno della chiesa. Il dipinto è attribuito da Siren ad Ambrogio di Baldese, mentre il van Marle propose un avvicinamento allo Pseudo Ambrogio di Baldese. Spetta al Berenson il merito della prima dubitativa attribuzione al Maestro della Cappella Rinuccini. L'ipotesi, rifiutata dal Procacci e dal Marabottini che rispettivamente vi rilevarono la formazione orcagnesca e i riflessi di Giovanni da Milano, è ritenuta convincente dalla Marcucci che ponendo il dipinto in una fase giovanile spiegava l'evidente stacco stilistico dagli affreschi della cappella Rinuccini. Come indicarono l'Offner e la Steinweg, la tavola dell'Accademia è della stessa mano del 'Vir dolorum con busti di santi' della pinacoteca Vaticana, riferito dai due studiosi al Master of the Vatican busts, opera che nei libri del Boskovits e del Fremantle viene inclusa, insieme al dipinto in questione, nel corpus del Maestro della cappella Rinuccini, autore che il Bellosi ha proposto di identificare con Matteo di Pacino. L'identificazione è accettata unanimemente. La datazione più probabile sembra precedere l'intervento di Matteo di Pacino, accanto a Giovanni da Milano, nella cappella Rinuccini, che si data tra 1365 e 1370. Questo sembra confermato dall'affinità esistente con Nardo di Cione e con la Madonna con il Bambino della SS. Annunziata datata 1362, attribuita a Matteo 
San Michele Arcangelo tra San Bartolomeo e San Giuliano l'Ospitaliere con donatrice 
11 H (BARTOLOMEO): 11 G 18 3 : 11 H (GIULIANO)(+5) 
Incorniciatura modanata 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
San Michele Arcangelo tra San Bartolomeo e San Giuliano l'Ospitaliere con donatrice 
tavola/ pittura a tempera/ doratura a foglia 
bibliografia specifica: Marabottini A - 1950 
bibliografia specifica: Berenson B - 1932 
bibliografia specifica: Boskovits M - 1975 
bibliografia specifica: Van Marle R - 1923-1938 
bibliografia specifica: Procacci U - 1936 
bibliografia specifica: Fremantle R - 1975 
bibliografia specifica: Galleria Accademia - 1999 
bibliografia specifica: Marcucci L - 1965 
bibliografia specifica: Bonsanti G - 1987 
bibliografia specifica: Dipinti Duecento - 2003 
bibliografia specifica: Offner R - 1981 
bibliografia specifica: Procacci U - 1951 
bibliografia specifica: Offner R - 1967-1969 
bibliografia specifica: Kanter L. B - 2001 
bibliografia specifica: Siren O - 1916 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here