portale - ad arco by Grazini Benedetto detto Benedetto da Rovezzano (attribuito), Giamberti Giuliano detto Giuliano da Sangallo (attribuito) (fine/inizio secc. XV/ XVI, sec. XIX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900285065 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

portale, ad arco
portale - ad arco by Grazini Benedetto detto Benedetto da Rovezzano (attribuito), Giamberti Giuliano detto Giuliano da Sangallo (attribuito) (fine/inizio secc. XV/ XVI, sec. XIX) 
portale - ad arco di Grazini Benedetto detto Benedetto da Rovezzano (attribuito), Giamberti Giuliano detto Giuliano da Sangallo (attribuito) (fine/inizio secc. XV/ XVI, sec. XIX) 
1870-1871 
1490-1510 
Portale in pietra serena scolpita con montanti, architrave entro colonne scanalate con capitelli compositi, trabeazione multipla e lunetta centinata 
portale (ad arco) 
00285065 
09 
0900285065 
Il portale di notevole raffinatezza e monumentalità presenta decorazioni a delfini e gigli che si ispirano direttamente alle figure presenti nello stemma della famiglia Pandolfini che commissionò nell'ultimo decennio del secolo a Benedetto da Rovezzano la trasformazione della zona nord est del convento da orto a vestibolo monumentale, intorno all'antica chiesetta di S. Stefano, riadattata nell'occasione a cappella di famiglia. Secondo Il Luporini la sistemazione del portale è, come quella della cappella Pandolfini, opera di un'attiva collaborazione tra Benedetto da Rovezzano e Giuliano da Sangallo: la parte di Benedetto sarebbe rilevata dalle carattteristica decorazione plastica, mentre quella di Giuliano dall'impostazione della struttura. Lo studioso inoltre, a partire dalle ricerche sull'attività di Benedetto, propone una datazione più precisa all'anno 1495. Secondo l'Uccelli, nel 1720 il portale subì delle modifiche: la sostituzione della scalinata originaria con due scalette parallele all'edificio. Nel 1870 ci fu una nuova trasformazione delle scalette in gradini e in quest'occasione il portale, notevolmente consunto, fu rifatto: alcune parti scolpite rimasero in loco ( come l'architrave e gli stemmi ), altre furono trasportate al museo del Bargello dove si trovano tuttora, le colonne furono allungate e fu aggiunto un cornicione sotto l'architrave, sulla quale si pose anche la cornice della lunetta del Buglioni 
Portale in pietra serena scolpita con montanti, architrave entro colonne scanalate con capitelli compositi, trabeazione multipla e lunetta centinata 
portale 
Firenze (FI) 
0900285065 
portale ad arco 
proprietà Ente religioso cattolico 
pietra serena/ scultura 
bibliografia di confronto: Venturi A - 1901-1940 
bibliografia di confronto: Vasari G - 1906 
bibliografia specifica: Campani A - 1884 
bibliografia specifica: Supino I.B - 1898 
bibliografia specifica: Wackernagel M - 1938 
bibliografia specifica: Allgemeines Lexicon - 1907-1950 
bibliografia di confronto: Kirchen Florenz - 1940-1954 
bibliografia specifica: Enciclopedia italiana - 1929-1994 
bibliografia specifica: Ricci C - 1906 
bibliografia di confronto: Fantozzi F - 1842 
bibliografia specifica: Luporini E - 1964 
bibliografia specifica: Badia Fiorentina - 1982 
bibliografia specifica: Vasari G - 1904-1927 
bibliografia di confronto: Puccinelli P - 1664 
bibliografia di confronto: Uccelli G.B - 1858 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here