ritratto di giovane (scultura - mezzobusto) by Bardi Donato detto Donatello (bottega) (sec. XV)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900287013 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

scultura, mezzobusto ritratto di giovane
ritratto di giovane (scultura - mezzobusto) di Bardi Donato detto Donatello (bottega) (sec. XV) 
ritratto di giovane (scultura - mezzobusto) by Bardi Donato detto Donatello (bottega) (sec. XV) 
scultura (mezzobusto) 
n.p 
ca 1470-ca 1480 
0900287013 
scultura mezzobusto 
00287013 
09 
0900287013 
Il busto di giovane proveniente dalle Collezioni Granducali, come testimoniano gli Inventari (1560), passò prima del 1769 nella Galleria degli Uffizi per poi essere trasferito nel 1865 al museo del Bargello. Il "busto" ricordato dal Milanesi (1887) e introdotto fra le opere dubbie di Donatello, fu dal Bode (1892) riconosciuto come il ritratto di Giovanni Antonio di Narni figlio del Gattamelata, identificazione del tutto arbitraria che è stata mantenuta dalla critica per motivi di comodo. L'attribuzione del bronzo a Donatello, sostenuta da Janson, Grassi, Castelfranco e Schuyler, è stata messa in dubbio da altri studiosi come anche la datazione, prevalentemente posta per motivi stilistici verso il 1440, cioè negli anni immediatamente precedenti all'esperienza padovana. Schamarsow (1889) e Semrau (1891) hanno notato la vicinanza della nostra opera con il "busto di Ludovico Gonzaga" dei musei Statali di Berlino, allora attribuito a Niccolò Baroncelli, a tale scultore i due studiosi riferirono anche il busto del Bargello. Nuovi problemi ha portato lo studio del medaglione che il giovane porta al collo, rappresentante un cammeo appartenuto a papa Paolo II e ricordato nel suo Inventario del 1457. Tale opera nel 1471 fu regalata a Lorenzo de' Medici, ma il cammeo doveva essere conosciuto a Firenze anche negli anni precedenti, fu infatti rappresentato sullo zoccolo della tomba del Cardinale del Portogallo a San Miniato (1461-1466). Il medaglione raffigura il "Carro di Eros" tema mitologico ripreso dal "Fedro" di Platone (Wittkower, Chastel, Panofsky). Tale interpretazione rimanda agli ambienti neoplatonici di Firenze, soprattutto a quello ficiniano e questo fa scivolare la data di esecuzione dell'opera verso gli anni 1470-1480. Tale datazione esclude la paternità a Donatello. Lo Chastel rifiutando la tradizionale attribuzione allo scultore fiorentino, ha in un primo momento (1950) indicato un artista vicino a Desiderio da Settignano e Mino da Fiesole per poi (1959) avanzare il nome di Bertoldo. Ames-Lewis ha invece confermato l'attribuzione a Donatello, considerando l'opera fra le ultime del maestro. La somiglianza del bronzo con il "busto di Ludovico Gonzaga" prima attribuito al Baroncelli e poi dal Badt a Leon Battista Alberti, già notata da Schamarsow e Semrau, è stata recentemente sottolineata anche dal Parronchi che ha attribuito anche la nostra opera all'Alberti ed ha inoltre identificato il ritratto come quello di Lionello d'Este. L'attribuzione, la datazione e l'identificazione del busto rimangono comunque problemi aperti. Negli ultimi anni il Collareta (Eredità del Magnifico 1992) lo ritiene di un artista seguace di Donatello, forse vicino allo stesso Bertoldo, sostenendo la datazione tarda tra gli anni 1470 e 1480. Rosenauer lo indica come opera di Donatello verso la fine della carriera. Non manca un'ultima ipotesi attributiva a Donatello nel suo periodo padovano: secondo quest'ultima avanzata da Lewis (2001) il busto sarebbe citato in una lettera di Piero de' Medici di ritorno da Padova nel 1456 
ritratto di giovane 
n.p 
n.p 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
ritratto di giovane 
bronzo/ fusione 
bibliografia specifica: Venturi A - 1901-1940 
bibliografia specifica: Light Apollo - 2003-2004 
bibliografia specifica: Supino I.B - 1898 
bibliografia specifica: Janson H. W - 1957 
bibliografia specifica: Palazzo Vecchio - 1980 
bibliografia specifica: Kauffmann H - 1935 
bibliografia specifica: Exposition art - 1935 
bibliografia specifica: Omaggio Donatello - 1985 
bibliografia specifica: Schuyler J - 1976 
bibliografia specifica: Milanesi G - 1887 
bibliografia specifica: Bode W - 1892-1905 
bibliografia specifica: Cruttwell M - 1911 
bibliografia specifica: Eredità Magnifico - 1992 
bibliografia specifica: Chastel A - 1959 
bibliografia specifica: Rosenauer A - 1993 
bibliografia specifica: Ames Lewis F - 1979 
bibliografia specifica: Avery C - 1991 
bibliografia specifica: Chastel A - 1950 
bibliografia specifica: Hirst M./ Zervas D - 1987 
bibliografia specifica: Italian Masters - 1940 
bibliografia specifica: Lanyi J - 1939 
bibliografia specifica: Lewis D - 2001 
bibliografia specifica: Panofsky E - 1960 
bibliografia specifica: Parronchi A - 1984 
bibliografia specifica: Scalini M - 1988 
bibliografia specifica: Semrau M - 1891 
bibliografia specifica: Wittkower R - 1937-1938 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here