nano Pietro Barbino (statua) by Cioli Valerio (sec. XVI)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900289221 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

statua nano Pietro Barbino
nano Pietro Barbino (statua) by Cioli Valerio (sec. XVI) 
nano Pietro Barbino (statua) di Cioli Valerio (sec. XVI) 
statua 
Su basetta quadrangolare sostegno a tergo 
1560-1568 
0900289221 
statua 
00289221 
09 
0900289221 
Della scultura, ricordata dalle fonti cinquecentesche come opera di Valerio Cioli a cui appena accenna Baldinucci, non si fa menzione nei testi sette e ottocenteschi sul giardino, risultando esclusa anche dalle opere dell'artista. La testimonianza di Vasari risponde fedelmente alla figura, come noto a suo tempo Wiles: "E parimente ha fatto condurre (Cosimo I a Valerio Cioli) la statua di Piero detto Barbino, nano in gegnoso letterato e molto gentile, favorito dal Duca nostro". L'aria assorta di questo ritratto, con la barbetta che motiva l'appellativo, riflette la personalit√†" descritta. Originariamente posta nella nicchia che attualmente la ospita, vi √® rimasta con probalita" ininterrottamente fino ad oggi, nonostante il silenzio sopra ricordato. Il Cioli, allievo del Tribolo a Castello, rientro" da Roma nel 1560, segnando un termine d'avvio per l'esecuzione di questi lavori per Boboli (Venturi) 
nano Pietro Barbino 
25 FF 2 : 48 C 35 
Su basetta quadrangolare sostegno a tergo 
Firenze (FI) 
propriet√† Stato 
nano Pietro Barbino 
marmo bianco/ scultura 
bibliografia di confronto: Venturi A - 1901-1940 
bibliografia specifica: Vasari G - 1878-1885 
bibliografia specifica: Baldinucci F - 1845-1847 
bibliografia specifica: Borghini R - 1584 
bibliografia specifica: Bocchi F./ Cinelli Calvoli G - 1677 
bibliografia specifica: Gurrieri F./ Chatfield J - 1972 
bibliografia specifica: Caneva C - 1982 
bibliografia specifica: Wiles B. H - 1933 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here