decorazione a ricamo, opera isolata by Genoni Rosa (attribuito) (inizio sec. XX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900290268 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

decorazione a ricamo, opera isolata
decorazione a ricamo, opera isolata by Genoni Rosa (attribuito) (inizio sec. XX) 
decorazione a ricamo, opera isolata di Genoni Rosa (attribuito) (inizio sec. XX) 
decorazione a ricamo (opera isolata) 
Studio per ricamo riconducibile a capo d'abbigliamento femminile, eseguito su tulle meccanico (Bobbinet) di seta avorio: motivo a rete con maglie romboidali, ottenuto mediante applicazione (punto posato) di fettuccia intrecciata in oro filato; nei punti di congiunzione tra le maglie, applicazione di finte perle e cannucce vitree iridescenti sfaccettate, su piccole infiorescenze a quattro petali in argento filato e lamellare, a più capi (punto raggi); lungo il margine, cornice lineare costituita da doppia profilatura in gallone sottile d'oro filato e lamellare, lavorato a telaio (fissato a punto posato con filo di seta giallo), e riempitivi con motivo ad incrocio in argento filato e lamellare a più capi (punto incrociato aperto con fili passati a zigzag). Presenti tracce del disegno preparatorio ad inchiostro scuro 
ca 1906-ca 1906 
0900290268 
decorazione a ricamo 
00290268 
09 
0900290268 
Studio per ricamo riconducibile all'abito "Primavera" (TA 1719), ideato da Rosa Genoni e presentato all'Esposizione Internazionale di Milano (o del Sempione) nel 1906; le valse il Gran Premio per la Sezione Arte Decorativa, conferitole dalla Giuria Internazionale. Ispirato al dipinto "La Primavera" di Sandro Botticelli (1482 ca., oggi alla Galleria degli Uffizi, Firenze) vuole essere il manifesto del suo ambizioso progetto di ridefinizione del costume nazionale, che deve essere ispirato al glorioso passato storico-culturale italico (in linea con la corrente neo-rinascimentale diffusasi in quegli anni). Nello specifico, la decorazione a ricamo dell'abito voleva essere una riproposizione quasi calligrafica dei fiori presenti nel dipinto, sull'abito di Flora; da un punto di vista tecnico, si pone quale summa dell'esperienza tecnica e dell'approccio sperimentale che contraddistinsero l'arte ricamatoria a cavallo tra XIX e XX secolo. L'esemplare in oggetto, nello specifico, risulta essere lo studio preliminare per la decorazione che, nel modello definitivo, andava a rivestire gli orli della veste e una pettorina ornamentale (andata perduta, ma visibile nelle immagini di repertorio) 
n.p 
Studio per ricamo riconducibile a capo d'abbigliamento femminile, eseguito su tulle meccanico (Bobbinet) di seta avorio: motivo a rete con maglie romboidali, ottenuto mediante applicazione (punto posato) di fettuccia intrecciata in oro filato; nei punti di congiunzione tra le maglie, applicazione di finte perle e cannucce vitree iridescenti sfaccettate, su piccole infiorescenze a quattro petali in argento filato e lamellare, a più capi (punto raggi); lungo il margine, cornice lineare costituita da doppia profilatura in gallone sottile d'oro filato e lamellare, lavorato a telaio (fissato a punto posato con filo di seta giallo), e riempitivi con motivo ad incrocio in argento filato e lamellare a più capi (punto incrociato aperto con fili passati a zigzag). Presenti tracce del disegno preparatorio ad inchiostro scuro 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
decorazione a ricamo 
vetro 
seta/ tulle 
argento filato e lamellare/ ricamo 
oro filato/ tessitura a telaio 
perline 
perla finta 
bibliografia di corredo: Abiti festa - 1996 
bibliografia di corredo: Donne protagoniste - 2013 
bibliografia di corredo: Galleria Costume 1 - 1983 
bibliografia di corredo: Podreider A - 1906 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here