capitello ionico, serie - produzione fiorentina (secondo quarto sec. XV)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900291346 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

capitello ionico, serie
capitello ionico, serie - produzione fiorentina (secondo quarto sec. XV) 
capitello ionico, serie - produzione fiorentina (secondo quarto sec. XV) 
capitello ionico (serie) 
fregio del capitello, volute echino, abaco. Decorazioni: astragalo, listello, modanatura, ovoli, dardi, motivi fogliacei, cordonatura, modanatura dell'abaco 
ca 1441-ca 1447 
0900291346 
capitello ionico 
00291346 
16 
09 
0900291346 
Come ha rilevato lo studio della Bacarelli, l'esame stilistico dei capitelli del chiostro di S. Apollonia, evidenzia i diversi tempi di esecuzione tra le parti nord, est e quella sud, nonché l'intervento di maestranze diverse. I capitelli del lato nord ed est, eccetto gli ultimi tre del lato est, verso sud, presentano lo stesso disegno dei capitelli del loggiato superiore; uno o tre ovoli al centro con due foglie lisce ed allungate a decorazione dell'echino e abaco finemente modanato. Gli altri capitelli dell'ordine inferiore, tre sul lato est ed undici sul lato sud si differenziano sia nel disegno, che presenta un motivo a tre ovoli uguali e meccanicamente ripetuti, con grandi foglie sui lati esterni e volute uguali, sia nell'esecuzione più pesante degli abachi. I capitelli della loggia superiore sono sormontati di un elemento ligneo trapezoidale accompagnato ai lati da due mensole con volute. Nel numero delle colonne non sono comprese la prima colonna del lato nord, entrando da via Santa Reparata, il capotesta e il pilastro d'angolo. Dai documenti analizzati da Ila Bacarelli risultano quali maestri di murare Bandecco di Baldassarre e Niccolò di Luca da Vertine, dei quali solo il primo è noto come autore del chiostro di S. Pancrazio (v. Dezzi Bardeschi, 1966). Alle maestranze da essi dirette la Bacarelli attribuisce l'esecuzione della parte settentrionale ed orientale del chiostro, iniziata nel marzo 1441/1442, ad eccezione delle ultime tre colonne del lato est verso sud. Queste ultime, insieme a tutto il lato meridionale dovettero invece essere compiute da maestranze sconosciute intorno agli anni 1460-1470 
fregio del capitello, volute echino, abaco. Decorazioni: astragalo, listello, modanatura, ovoli, dardi, motivi fogliacei, cordonatura, modanatura dell'abaco 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
capitello ionico 
pietra serena/ scultura 
bibliografia specifica: Bacarelli G - 1984 
bibliografia di confronto: Dezzi Bardeschi M - 1966 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here