stemma del Comune di Firenze (bifora) - manifattura fiorentina (ultimo quarto sec. XIV)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900291956 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

bifora stemma del Comune di Firenze
stemma del Comune di Firenze (bifora) - manifattura fiorentina (ultimo quarto sec. XIV) 
stemma del Comune di Firenze (bifora) - manifattura fiorentina (ultimo quarto sec. XIV) 
bifora 
bifora composta da semicolonne e colonna centrale con capitelli, archi trilobati entro ogiva, traforo polilobato con al centro una formella, decorata con modanature, dentelli, motivi vegetali, teste di leone e foglie arricciate 
ca 1380-ca 1384 
0900291956 
bifora 
00291956 
09 
0900291956 
Nel 1380 i Capitani di Orsanmichele incaricarono alcuni operai di procurare a Carrara il marmo necessario per la costruzione delle finestre a bifora dei piani superiori dell’edificio (cfr. Franceschini P.). Alcuni studiosi hanno erroneamente dedotto da questa notizia che la chiesa sia stata costruita a partire da quell’anno. Secondo il Franceschini le bifore non risalgono al progetto originario del granaio probabilmente chiuso con semplici imposte. Inoltre lo studioso riporta l’osservazione fatta dall’architetto Bartolini secondo cui le luci non sono state architettonicamente progettate per sorreggere finestre monumentali; le bifore del secondo piano sono state le prime ad essere eseguite a spesa della signoria; sono infatti presenti dal 1384 gli stemmi del Comune e del Popolo e di Parte Guelfa, e quello di Ludovico d’Angiò, re di Napoli e d’Ungheria. Il restauro del 1965-67, di cui è stato responsabile il Morozzi, ha posto in luce che il marmo delle bifore fu quasi del tutto sostituito durante un restauro ottocentesco. Il Morozzi ci informa che nell’Ottocento furono posti anche degli infissi lignei, rimossi nel 1965-67, che chiudevano le bifore impedendo la visione dall’interno 
stemma del Comune di Firenze 
46 A 12 2 
bifora composta da semicolonne e colonna centrale con capitelli, archi trilobati entro ogiva, traforo polilobato con al centro una formella, decorata con modanature, dentelli, motivi vegetali, teste di leone e foglie arricciate 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
stemma del Comune di Firenze 
marmo bianco di Carrara/ scultura 
bibliografia specifica: Capolavori restauri - 1986 
bibliografia specifica: Franceschini P - 1892 
bibliografia specifica: Morozzi G./ Lardani F - 1967 (?) 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here