portavivande - manifattura giapponese (seconda metà sec. XVII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900347592 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

portavivande
portavivande - manifattura giapponese (seconda metà sec. XVII) 
portavivande - manifattura giapponese (seconda metà sec. XVII) 
portavivande 
Portavivande di forma ovaleggiante. Su uno sfondo a oro spruzzato molto fittamente (nashiji, "a buccia di pera"), sono state risparmiate delle riserve dai contorni tondeggianti, entro ognuna delle quali è raffigurato un paesaggio lacustre con oche. Sulla faccia superiore, dove è la maniglia in metallo, si vedono rami di pruno, i cui fiori sono incrostazioni di madreperla 
1650-1699 
0900347592 
portavivande 
00347592 
09 
0900347592 
Il portavivande, da usarsi durante escursioni in campagna, risulta tra gli oggetti che Ferdinando III di Lorena portò con sè a Firenze nel 1815, al ritorno dall'esilio consumato a Wurzburg in Germania, durante gli anni dell'occupazione napoleonica della Toscana. Per qualità e stile della decorazione, si fa appartenere ad una produzione entro la seconda metà del Seicento 
Portavivande di forma ovaleggiante. Su uno sfondo a oro spruzzato molto fittamente (nashiji, "a buccia di pera"), sono state risparmiate delle riserve dai contorni tondeggianti, entro ognuna delle quali è raffigurato un paesaggio lacustre con oche. Sulla faccia superiore, dove è la maniglia in metallo, si vedono rami di pruno, i cui fiori sono incrostazioni di madreperla 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
portavivande 
metallo 
legno/ laccatura/ doratura 
madreperla 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here