Orazio vittorioso viene presentato al re di Roma (dipinto) by Ferri Ciro (scuola) (seconda metà sec. XVII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900375041 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

dipinto Orazio vittorioso viene presentato al re di Roma
Orazio vittorioso viene presentato al re di Roma (dipinto) di Ferri Ciro (scuola) (seconda metà sec. XVII) 
Orazio vittorioso viene presentato al re di Roma (dipinto) by Ferri Ciro (scuola) (seconda metà sec. XVII) 
1697-1697 
La tela è ornata con la cornice originale, descritta negli inventari del 1697 e del 1781, un "ornamento grande tinto nero in parte intagliato e dorato con quattro scartocci su le cantonate" che ora ha perso la tintura scura 
dipinto 
OdA Poggio a Caiano 179 
00375041 
09 
0900375041 
Nel 1697, il quadro era già registrato a Poggio a Caiano, fra gli oggetti del Gran Principe Ferdinando, che molto probabilmente lo aveva acquistato proprio per quella residenza. Si trovava nell'anticamera dell'appartamento del cardinale posto a sud-est, a destra del salone degli Staffieri e il soggetto era descritto come "sacrifizio d'un montone con un vecchio vestito con manto giallio a sedere accanto all'altare con più figure attorno e due pastori con dardi in mano, che uno vestito di scuro e l'altro con manto rosso, e veduta d'alteri e una statua d'Ercole con la clava in mano in lontananza".Lo stile del dipinto ne suggeriesce l'esecuzione nella cerchia dei pittori seguaci di Pietro da Cortona, di cui Ciro Ferri, che potrebbe anche esserene l'esecutore, fu uno dei maggiori 
98 B (ORAZI) 
Orazio vittorioso viene presentato al re di Roma 
La tela è ornata con la cornice originale, descritta negli inventari del 1697 e del 1781, un "ornamento grande tinto nero in parte intagliato e dorato con quattro scartocci su le cantonate" che ora ha perso la tintura scura 
Orazio vittorioso viene presentato al re di Roma 
Poggio a Caiano (PO) 
0900375041 
dipinto 
proprietà Stato 
tela/ pittura a olio 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here