antifonario by Pietro di Francesco da Tramoggiano (sec. XVI)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900448211-0 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

antifonario
antifonario di Pietro di Francesco da Tramoggiano (sec. XVI) 
antifonario by Pietro di Francesco da Tramoggiano (sec. XVI) 
antifonario 
Fascicolazione: cc. 1-2 folio; fass. 1-4 quinterni (cc.3-42v); fas. 5 sesterno (cc.43-54); fass. 6-11 quinterni (cc. 55-116); fas. 12 terno (cc. 117-122v). Numerazione: codice costituito da cc. 124 di cui la prima incollata al piatto di coperta e le ultime due non numerate; la numerazione comincia quindi con la c. 2 e termina a c. 122. Numeri arabi in inchiostro rossosul recto del foglio in alto a destra. Specchio della scrittura: (mm. 500x 355)sistema di cinque tetragrammi alternati a cinque linee di scrittura(littera rotunda); tetragramma e rubriche in inchiostro rosso, notazionemusicale e scrittura in inchiostro nero. Le ultime due carte non numeratepresentano le righe di tetragramma senza notazione musicale. Decorazione:serie di 232 lettere filigranate in rosso e blu con acquarellature in verde e giallino; la prima lettera dopo l'iniziale filigranata è spesso decorata da una leggera acquerellatura giallina. Incipit: c. 2v (Rubr: Incipit quinta (SEGUE IN OSSERVAZIONI:) 
1582-1582 
0900448211-0 
antifonario 
00448211 
09 
0900448211 
Il codice, come si deduce dall'incipit, contiene la quinta parte dell'antifonario per il Proprio del tempo dalla domenica di passione al sabato santo (cc. 2v-116v), la memoria della Beata Vergine nel sabato, la memoria diS. Vincenzo, la memoria di più martiri e del sacramento. Il codice è scritto e decorato con belle lettere a penna nei colori rosso, blu verde e giallo da frate Pietro di Francesco da Tramoggiano, un calligrafo domenicanoal quale si deve anche l'esecuzione del corale P. Le iniziali riportano una fine decorazione filigranata e decori tratti dal repertorio cinquecentesco delle candelabre e dei motivi vegetali e geometrici 
Fascicolazione: cc. 1-2 folio; fass. 1-4 quinterni (cc.3-42v); fas. 5 sesterno (cc.43-54); fass. 6-11 quinterni (cc. 55-116); fas. 12 terno (cc. 117-122v). Numerazione: codice costituito da cc. 124 di cui la prima incollata al piatto di coperta e le ultime due non numerate; la numerazione comincia quindi con la c. 2 e termina a c. 122. Numeri arabi in inchiostro rossosul recto del foglio in alto a destra. Specchio della scrittura: (mm. 500x 355)sistema di cinque tetragrammi alternati a cinque linee di scrittura(littera rotunda); tetragramma e rubriche in inchiostro rosso, notazionemusicale e scrittura in inchiostro nero. Le ultime due carte non numeratepresentano le righe di tetragramma senza notazione musicale. Decorazione:serie di 232 lettere filigranate in rosso e blu con acquarellature in verde e giallino; la prima lettera dopo l'iniziale filigranata è spesso decorata da una leggera acquerellatura giallina. Incipit: c. 2v (Rubr: Incipit quinta (SEGUE IN OSSERVAZIONI:) 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
antifonario 
ottone 
cuoio/ impressione 
pergamena/ inchiostro/ acquerellatura 
bibliografia specifica: Orlandi S - 1965 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here