antifonario - ambito fiorentino-aretino (sec. XIII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900448214-0 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

antifonario
antifonario - ambito fiorentino-aretino (sec. XIII) 
antifonario - ambito fiorentino-aretino (sec. XIII) 
antifonario 
Fascicolazione: parte originale cc. 1-304: fass. 1-7 quaterni; c. 57 singola aggiunta in epoca successiva; fass. 8-38 quaterni; parte aggiunta cc.305-315: cc.305-308 duerno; cc. 309-310 folio; cc. 311-315 duerno. Numerazione: sul margine destro del recto della carta in numeri arabi a inchiostrorosso. Antica ma non originale. Carte numerate da 1 a 315. Specchio dellascrittura: sei righi di tetragramma alternati a sei di scrittura (377x270). Righe del tetragramma e rubriche in inchiostro rosso, notazione musicalee scrittura in inchiostro bruno. Littera rotunda. incipit: c. 1 (Rubr: Dominica prima septembris sabbato precedenti ad vesperas) Cum audisset Iob (...) explicit parte originale: c.307 domine rex eterne glorie suscipe me pendentem in patibulo Evovae Decorazione: il codice comprende 816 inizialifiligranate a inchiostro rosso e blu e 18 lettere miniate a tempera nei colori prevalenti azzurro oltremarino, celeste, rosso, beige, verde, arancio 
ca 1275-ca 1280 
0900448214-0 
antifonario 
00448214 
09 
0900448214 
Il codice contiene l'ultima parte dell'antifonario Proprio del Tempo dallaprima domenica di settembre alla XXII domenica (cc. 1-57), il Proprio deiSanti dalla festa di Sant'Agostino (29 agosto) a quella di Santa Caterina(25 novembre) (cc. 58-208), il Comune di Santi (cc. 209-291), l'Officio Beatae Virginis in Sabbatis e altre aggiunte (cc. 292-315). Sono aggiunte posteriori le cc. 57, 308-315. La parte originale del codice è opera dellostesso copista dei tre codici precedenti (A,B,E); unitaria è anche la manodel calligrafo che tra grandi, medie e piccole esegue 816 lettere filigranate nei colori rosso e blu alternati. L'ornamentazione miniata comprende18 lettere tra figurate e istoriate che l'Orlandi ritiene di un'unica mano, ad eccezione di quelle alle cc. 62 e 86v. La maggior parte delle iniziali è da attribuire a un maestro che opera anche nel corale E e che l'Orlandi definisce Maestro geometrico. Secondo l'Orlandi la lettera I con sant'Agostino (SEGUE IN OSSERVAZIONI:) 
Fascicolazione: parte originale cc. 1-304: fass. 1-7 quaterni; c. 57 singola aggiunta in epoca successiva; fass. 8-38 quaterni; parte aggiunta cc.305-315: cc.305-308 duerno; cc. 309-310 folio; cc. 311-315 duerno. Numerazione: sul margine destro del recto della carta in numeri arabi a inchiostrorosso. Antica ma non originale. Carte numerate da 1 a 315. Specchio dellascrittura: sei righi di tetragramma alternati a sei di scrittura (377x270). Righe del tetragramma e rubriche in inchiostro rosso, notazione musicalee scrittura in inchiostro bruno. Littera rotunda. incipit: c. 1 (Rubr: Dominica prima septembris sabbato precedenti ad vesperas) Cum audisset Iob (...) explicit parte originale: c.307 domine rex eterne glorie suscipe me pendentem in patibulo Evovae Decorazione: il codice comprende 816 inizialifiligranate a inchiostro rosso e blu e 18 lettere miniate a tempera nei colori prevalenti azzurro oltremarino, celeste, rosso, beige, verde, arancio 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
antifonario 
pergamena/ inchiostro 
bibliografia specifica: Tartuferi A - 1990 
bibliografia specifica: Passalacqua R - 1980 
bibliografia specifica: Orlandi S - 1966 
bibliografia specifica: Garzelli A - 1974 
bibliografia specifica: Orlandi S - 1965 
bibliografia specifica: Degli Innocenti Gambuti M - 1977 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here