Madonna con Bambino dormiente (dipinto, opera isolata) - ambito lucchese (metà sec. XVII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900531389 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

dipinto, opera isolata Madonna con Bambino dormiente
Madonna con Bambino dormiente (dipinto, opera isolata) - ambito lucchese (metà sec. XVII) 
Madonna con Bambino dormiente (dipinto, opera isolata) - ambito lucchese (metà sec. XVII) 
ca 1640-ca 1660 
Dipinto 
dipinto (opera isolata) 
320 
00531389 
09 
0900531389 
La tela veniva ricordata nel 1993 da Patrizia Giusti e Glauco Borella, nel volume dedicato al Museo Nazionale di Palazzo Mansi, come copia antica di grande qualità della Madonna col Bambino dipinta dal Reni nel 1627 e ora conservata nella Gallera Doria Pamphilj a Roma (Borella-Giusti 1993, p. 255). Nel 1819 Michele Ridolfi, incaricato dal Ducato di Lucca di compilare un inventario dei dipinti più importanti presenti nelle chiese e nelle abitazioni private della città, citava in casa dei signori Grotta al Caffé di Piazza "Una Vergine col Bambino dormente di Guido Reni" (Lucca, Biblioteca Statale, Ms. 3666, fasc. 4, c. 47 r.), ciò che dimostra, pur escludendo la troppo peregrina ipotesi di un'identificazione tra le due tele, la diffusione e il successo dei prototipi e delle copie dal Reni sul territorio di Lucca, città che, com'è noto, vantava la presenza di due originali del pittore bolognese nella chiesa di Santa Maria Corteorlandini. Ricordiamo, inoltre, che secondo l'unanime asserzione delle fonti il lucchese Paolo Biancucci si sarebbe distinto in qualità di copista del Reni 
Madonna con Bambino dormiente 
Dipinto 
Madonna con Bambino dormiente 
Lucca (LU) 
0900531389 
dipinto 
proprietà Ente pubblico territoriale 
tela/ pittura a olio 
bibliografia specifica: Borella G./ Giusti Maccari P - 1993 
bibliografia specifica: Borella G./ Giusti Maccari P - 1995 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here