balza - manifattura belga o francese (fine/ inizio secc. XIX/ XX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900644326 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

balza - manifattura belga o francese (fine/ inizio secc. XIX/ XX) 
balza - manifattura belga o francese (fine/ inizio secc. XIX/ XX) 
balza 
Il merletto è eseguito con una fettuccia, lavorata a fuselli a punto tela, disposta a creare il decoro e riunita in fase finale da una rete ad ago del tipo tortillé ( fondo ALençon). Il disegno è costituito da uno snodarsi continuo di tralci con piccoli fiori e foglie che, senza sovrapporsi e senza un andamento preciso, riempiono tutta la superficie. Ai margini dei decori è visibile il raggruppamento di fili dei passaggi da uno all'altro. Il percorso della fettuccia si stacca dal fondo creando un effetto di chiaroscuro. Il bordo esterno è rifinito da puntine semicircolari eseguite a fuselli e applicate in fase finale il piedino è a fuselli, ambedue uguali a quelli degli esemplari in collezione Inv. Stoffe 3311-3312-3320 
ca 1890-ca 1910 
0900644326 
balza 
00644326 
09 
0900644326 
Il pezzo è ispirato alla produzione dei merletti a fuselli di Milano della I metà del XVIII secolo, molto utilizzata per gli arredi ecclesiastici. (A. Mottola Molfino-M. Teresa Binagli Olivari, I Pizzi : moda e simbolo, Milano, 1977). Questo esemplare è una semplificazione, caratterizzata dall'uso della fettuccia, che poteva essere a fuselli o anche meccanica, tenuta insieme dalla rete ad ago. Questo lavoro semplice dette vita ad una produzione dei così detti Punti Milano, provenienti in grande quantità dal Belgio e dalla Francia, ma eseguibili anche in Italia a livello dilettantesco( A. Della Porta, Il punto Milano, Insegnamento pratico, Milano, s. d. pp. 4-32). . L'esemplare presenta caratteri tecnici e stilistici molto simili ai pezzi in collezione Inv. Stoffe 3311 -3312 -3320, ai quali si rimanda per ulteriori informazioni. E' inoltre visibile il cartellino della Ditta Francesco Navone n. 78978 
n.p 
Il merletto è eseguito con una fettuccia, lavorata a fuselli a punto tela, disposta a creare il decoro e riunita in fase finale da una rete ad ago del tipo tortillé ( fondo ALençon). Il disegno è costituito da uno snodarsi continuo di tralci con piccoli fiori e foglie che, senza sovrapporsi e senza un andamento preciso, riempiono tutta la superficie. Ai margini dei decori è visibile il raggruppamento di fili dei passaggi da uno all'altro. Il percorso della fettuccia si stacca dal fondo creando un effetto di chiaroscuro. Il bordo esterno è rifinito da puntine semicircolari eseguite a fuselli e applicate in fase finale il piedino è a fuselli, ambedue uguali a quelli degli esemplari in collezione Inv. Stoffe 3311-3312-3320 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
balza 
filo di lino/ lavorazione ad ago/ lavorazione a fuselli 
bibliografia di confronto: Pizzi moda - 1977 
bibliografia di confronto: Della Porta A - s.d 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here