bordo - manifattura toscana (Luicciano o Quarrata) (primo quarto sec. XX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900644344 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

bordo - manifattura toscana (Luicciano o Quarrata) (primo quarto sec. XX) 
bordo - manifattura toscana (Luicciano o Quarrata) (primo quarto sec. XX) 
bordo 
Il bordo frammentario presenta un fondo a maglie quadrate regolari legate agli angoli da nodi, ricamato a punto rammendo doppio e a punto passato. All'estremità presenta una greca geometrica, segmentata, da cui si dipartono sottili rametti, liberamente disposti sul fondo, e un fiore a quattro petali quadrati, corrispondente alle due punte di dimensioni ridotte, Il motivo centrale, inserito nella punta squadrata di maggiori dimensioni del bordo esterno, ha una forma geometrica cruciforme, orientata in diagonale. Nella parte superiore una greca geometrica di quadrati e rametti stilizzati è disposta a creare un bordo, separato dal decoro centrale tramite più passaggi di filo. La frammentarietà del pezzo non permette di leggere tutta l'impostazione del disegno, anche se si ritiene che il modulo descritto fosse ripetuto regolarmente per tutto il metraggio 
ca 1900-ca 1924 
0900644344 
bordo 
00644344 
09 
0900644344 
Il pezzo frammentario presenta i motivi stilizzati caratteristici dei filet sardi, manufatti ampiamente prodotti nell'isola, ma rifatti anche in altri centri italiani, quali Quarrata, dove ad una produzione di revival neocinquecentesco, si affiancano tipologie e disegni più sommari. Il manufatto riporta il cartellino della Ditta Navone con il numero 67650, che indica un articolo in vendita a metraggio o utilizzato dalla Ditta per rifiniture di biancheria di casa. Un esemplare con un disegno uguale in tutti i dettagli, ad esclusione della forma geometrica centrale, è documentato nell'Album Stores tende e tendine della Ditta nel pezzo 63886 del 29. 5. 1924. La moda di questi Filet, esplosa agli inizi del '900, perdurò fino agli anni 30-40, per poi perdere di interesse (S. Fortunato, La contessa Gabriella Spalletti e la Scuola di Merletti di Lucciano e Quarrata, in La ditta di merletti e ricami Francesco Navone, Firenze, 2006, pp. 34-39) 
n.p 
Il bordo frammentario presenta un fondo a maglie quadrate regolari legate agli angoli da nodi, ricamato a punto rammendo doppio e a punto passato. All'estremità presenta una greca geometrica, segmentata, da cui si dipartono sottili rametti, liberamente disposti sul fondo, e un fiore a quattro petali quadrati, corrispondente alle due punte di dimensioni ridotte, Il motivo centrale, inserito nella punta squadrata di maggiori dimensioni del bordo esterno, ha una forma geometrica cruciforme, orientata in diagonale. Nella parte superiore una greca geometrica di quadrati e rametti stilizzati è disposta a creare un bordo, separato dal decoro centrale tramite più passaggi di filo. La frammentarietà del pezzo non permette di leggere tutta l'impostazione del disegno, anche se si ritiene che il modulo descritto fosse ripetuto regolarmente per tutto il metraggio 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
bordo 
filo di cotone/ ricamo ad ago 
filo/ lavorazione a filet 
bibliografia di confronto: Fortunato S - 2006 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here