centrotavola - manifattura italiana (primo quarto sec. XX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900644359 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

centrotavola
centrotavola - manifattura italiana (primo quarto sec. XX) 
centrotavola - manifattura italiana (primo quarto sec. XX) 
centrotavola 
La striscia da tavola ha forma rettangolare ed è decorata nella parte centrale da un bordo, delimitato a punto a giorno, creato da quadrati ricavati dal taglio della tela di batista e riempito con motivi floreali e figurati : un bouquet con tre fiori a sei petali si alterna regolarmente ad un uccellino appoggiato sul ramo. I decori sono eseguiti a fuselli e collegati alla tela di base grazie a barrette doppie e festonate, disposte a formare una specie di griglia di base. Lungo i lati della tovaglia è ripetuto il decoro, inserendo a ritmo regolare i quadrati, delimitati da due file di punti a giorno, all'interno dei quali si alternano regolarmente, il motivo dell'uccello e quello di un fiore, in questo caso unico. Negli orli interni il centro tavola è decorato da due file di punto a giorno, mente all'esterno è rifinito da un bordino ad occhielli eseguito a fuselli 
ca 1900-ca 1924 
0900644359 
centrotavola 
00644359 
09 
0900644359 
L'esemplare documenta i ricami italiani in voga negli anni '20 -30 e il gusto di disporre i motivi secondo geometrie e simmetrie regolari, sviluppato nei tasselli rettangolari lungo i bordi, al centro del manufatto e nelle file lineari di punti a giorno, utilizzati a ribadire l'impianto costruttivo dominante. In questo caso i motivi, floreali e animali (l'uccello a riposo), sono eseguiti precedentemente a fuselli e abbinate al lavoro ad ago in una seconda fase. Sono testimonianza di una lavorazione di 'figures', che interessava molte manifatture italiane a fuselli, da quelle di Cantù a quelle abruzzesi di Offida o della costa adriatica. In altri esemplari contemporanei potevano essere eseguiti ad ago, seguendo disegni simili (G. Tortorelli, Ricami della bell'Epoca. La Scuola di Romene Robert Ranieri di Sorbello 1904-1934, Foligno, 1996, p. 56, p. 72 ). L'ispirazione generale del lavoro resta legata alla tradizione italiana della fine del XVI e gli inizi del XVII secolo 
n.p 
La striscia da tavola ha forma rettangolare ed è decorata nella parte centrale da un bordo, delimitato a punto a giorno, creato da quadrati ricavati dal taglio della tela di batista e riempito con motivi floreali e figurati : un bouquet con tre fiori a sei petali si alterna regolarmente ad un uccellino appoggiato sul ramo. I decori sono eseguiti a fuselli e collegati alla tela di base grazie a barrette doppie e festonate, disposte a formare una specie di griglia di base. Lungo i lati della tovaglia è ripetuto il decoro, inserendo a ritmo regolare i quadrati, delimitati da due file di punti a giorno, all'interno dei quali si alternano regolarmente, il motivo dell'uccello e quello di un fiore, in questo caso unico. Negli orli interni il centro tavola è decorato da due file di punto a giorno, mente all'esterno è rifinito da un bordino ad occhielli eseguito a fuselli 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
centrotavola 
tela di lino 
filo di lino/ lavorazione a fuselli/ lavorazione ad ago 
filo di cotone/ lavorazione a fuselli/ lavorazione ad ago 
bibliografia di confronto: Ricami bell'epoca - 1996 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here