tovaglia da credenza - manifattura italiana (inizio sec. XX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900644392 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

tovaglia da credenza
tovaglia da credenza - manifattura italiana (inizio sec. XX) 
tovaglia da credenza - manifattura italiana (inizio sec. XX) 
tovaglia da credenza 
Il pannello di forma rettangolare è costituito da un merletto ad ago a motivi geometrici: il disegno è composto da una griglia, dove i rombi si intersecano e i punti di tangenza sono delimitati da un cerchio centrale, congiunto ai lati del rombo, da barrette che creano una ragnatela continua. Il pannello presenta al centro una striscia di raso celeste, ricamata a nodetti francesi e con un cordonetto di seta gialla ed beige,in applicazione. Questo è disposto a creare il motivo di un motivo vegetale ad asse centrale e impostazione verticale, da cui si dipartono racemi speculari, che si snodano con andamento sinuoso. Il modulo è ripetuto tre volte. L'esemplare è decorato nei lati minori e in un solo lato maggiore da una rifinitura di punte triangolari, eseguite da un nastro a fuselli con un intreccio di piccoli fiori.Uguale per tecnica e impostazione agli esemplari in collezione inv. Stoffe 2512-2513 
ca 1900-ca 1910 
0900644392 
tovaglia da credenza 
00644392 
09 
0900644392 
Il pannello da arredamento probabilmente utilizzato su una cassapanca , in una credenza , sullo schienale di una poltrona, e non su un tavolo a causa della mancanza di rifinitura da un lato, documenta una produzione italiana diffusa nel primo decennio del XX secolo, utilizzando disegni eseguibili indifferentemente ad ago e a fuselli. La lavorazione è ispirata ai reticelli e le punte richiamano i disegni cinquecenteschi, destinati ai lavori ad ago o a fuselli. La lavorazione assimila i merletti alla produzione dei centri manifatturieri quali quelli liguri (E.Parma Armani, Il Museo del pizzo al tombolo Rapallo. La Manifattura Mario Zennaro 1908-1968, Rapallo,1990, fig.144),ma gli stessi temi decorativi dei tramezzi e delle punte sono ritrovabili in altre lavorazioni a fuselli italiane, quali Sansepolcro, Cantù e Fagagna, Pescocostanzo (M.D'Eramo , I merletti di Pescocostanzo, in D.Davanzo Poli, Cinque secoli di Merletti, Burano 1984,p.164 )dove tecniche materiali e disegni davano vita ad una produzione omologata 
n.p 
Il pannello di forma rettangolare è costituito da un merletto ad ago a motivi geometrici: il disegno è composto da una griglia, dove i rombi si intersecano e i punti di tangenza sono delimitati da un cerchio centrale, congiunto ai lati del rombo, da barrette che creano una ragnatela continua. Il pannello presenta al centro una striscia di raso celeste, ricamata a nodetti francesi e con un cordonetto di seta gialla ed beige,in applicazione. Questo è disposto a creare il motivo di un motivo vegetale ad asse centrale e impostazione verticale, da cui si dipartono racemi speculari, che si snodano con andamento sinuoso. Il modulo è ripetuto tre volte. L'esemplare è decorato nei lati minori e in un solo lato maggiore da una rifinitura di punte triangolari, eseguite da un nastro a fuselli con un intreccio di piccoli fiori.Uguale per tecnica e impostazione agli esemplari in collezione inv. Stoffe 2512-2513 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
tovaglia da credenza 
seta/ raso/ ricamo in seta 
filo di seta 
filo di cotone/ lavorazione ad ago/ lavorazione a fuselli 
bibliografia di confronto: Cinque secoli - 1984 
bibliografia di confronto: Parma Armani E - 1990 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here