ombrellino - manifattura italiana (terzo quarto sec. XIX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900644430 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

ombrellino
ombrellino - manifattura italiana (terzo quarto sec. XIX) 
ombrellino - manifattura italiana (terzo quarto sec. XIX) 
ombrellino 
Il parasol presenta su un fondo a maglie esagonali semplicemente ritorte un decoro a bouquet floreali di gusto naturalistico, con rose, margherite e foglie lanceolate. I bouquet raggruppano al centro la maggior parte dei fiori, mentre,seguendo l'andamento verticale della specchiatura, tendono ad assottigliarsi progressivamente, allungandosi sul finire in tralci sottili di foglie di ridotte dimensioni. La balza di rifinitura orna e dà forma sagomata al bordo ed è costituita da una cornice ansata che raccoglie il bouquet, anch'essa formata da motivi vegetali. La fodera chiara lascia ben vedere le trasparenze del merletto. La punta è spezzata e frammentario il manico in osso e argento 
ca 1850-ca 1874 
0900644430 
ombrellino 
00644430 
09 
0900644430 
Il parasol, accessorio presente fin dagli inizi del secolo nell'abbigliamento femminile è per tutta la prima metà di piccole dimensioni , spesso con il manico pieghevole, detto 'brisè o 'marquise' . Tende progressivamente ad aumentare di dimensioni negli anni tardi del secolo e ad allungare il manico e il puntale di appoggio, che negli ultimi anni del secolo XIX sarà lunga e rigida.(R.Levy Pisetsky, Il costume e la moda nella società italiana, Torino, 1978,pp.302-312-326) L'uso dello Chantilly nero su fodera bianca è molto raffinato intorno al 1859 , periodo in cui si può collocare il nostro esemplare. Lo schema decorativo utilizza bouquet naturalistici , secondo la moda degli anni '50 del XIX secolo, rimasta poi riferimento costante, sia per le lavorazioni a mano che per le riproduzioni meccaniche, fino alla fine del secolo. Molti di questi accessori erano eseguiti con merletti meccanici di cui si avevano perfette riproduzioni, grazie alla macchina Pusher , attiva in Francia e in Inghilterra già dagli anni 60 del XIX secolo e alla Leavers , che faceva imitazioni meno perfette 
n.p 
Il parasol presenta su un fondo a maglie esagonali semplicemente ritorte un decoro a bouquet floreali di gusto naturalistico, con rose, margherite e foglie lanceolate. I bouquet raggruppano al centro la maggior parte dei fiori, mentre,seguendo l'andamento verticale della specchiatura, tendono ad assottigliarsi progressivamente, allungandosi sul finire in tralci sottili di foglie di ridotte dimensioni. La balza di rifinitura orna e dà forma sagomata al bordo ed è costituita da una cornice ansata che raccoglie il bouquet, anch'essa formata da motivi vegetali. La fodera chiara lascia ben vedere le trasparenze del merletto. La punta è spezzata e frammentario il manico in osso e argento 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
ombrellino 
argento 
seta/ raso 
osso/ intaglio 
filo di seta/ lavorazione a fuselli 
bibliografia di confronto: Levi Pisetzky R - 1978 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here