balza - manifattura belga (prima metà sec. XIX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900644449 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

balza - manifattura belga (prima metà sec. XIX) 
balza - manifattura belga (prima metà sec. XIX) 
balza 
La balza di rifinitura presenta un fondo a maglie quadrangolari derivati da fili ritorti due volte. Il disegno è costituito da una cornice circolare di anelli traforati ripetuta regolarmente e decorata, al centro, da una corolla a quattro petali. Ogni elemento è unito all'altro, tramite un rametto con corolla e piccole foglie, incurvato alternativamente, verso il basso e verso l'alto. In corrispondenza di questo elemento di congiunzione sono disposti regolarmente sulla rete di fondo quattro pois 
ca 1800-ca 1849 
0900644449 
balza 
00644449 
09 
0900644449 
Il disegno, piuttosto semplificato, documenta la lavorazione tardo ottocentesca dei merletti Valenciennes , nel periodo in cui erano intervenute trasformazioni tecniche e stilistiche rispetto alla straordinaria produzione settecentesca. La lavorazione del fondo definisce la provenienza da Bruges in Belgio .Infatti il merletto del tipo Valenciennes, dopo la Rivoluzione francese, non fu più lavorato nella città che gli aveva dato il nome,ma fu riprodotto in molti centri del Belgio e in piccola parte anche in Francia. La provenienza dai diversi centri era definita dalla modo di ritorcere i fili che andavano a costituire le maglie quadrate del fondo. A Bruges si facevano maglie quadrate ritorte due volte, a Ghent i fili erano ritorti due volte e mezzo, a Courtrai tre volte e mezzo, a Ypres quattro volte e ad Alost cinque volte. (D. Levey, Lace, A History, Leeds, 1983, p. 90).Nell'Ottocento si era inoltre modificato il modo di fare il fondo separato dal decoro, portando i fili di lavorazione nel retro da un disegno all'altro, modalità qui testimoniata. Anche le parti eseguite in punto tela nella produzione ottocentesca risultano meno più rade e indicano una lavorazione più veloce. Il pezzo è uguale agli esemplari inv stoffe 2587 al 2593 G.A.A 2650 2664 ed erroneamente gli è stato dato un nuovo numero di inventario 
n.p 
La balza di rifinitura presenta un fondo a maglie quadrangolari derivati da fili ritorti due volte. Il disegno è costituito da una cornice circolare di anelli traforati ripetuta regolarmente e decorata, al centro, da una corolla a quattro petali. Ogni elemento è unito all'altro, tramite un rametto con corolla e piccole foglie, incurvato alternativamente, verso il basso e verso l'alto. In corrispondenza di questo elemento di congiunzione sono disposti regolarmente sulla rete di fondo quattro pois 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
balza 
filo di lino/ lavorazione a fuselli 
bibliografia di confronto: Levey S - 1983 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here