campionario by Scuola Marilla di Marianna Lawley (sec. XX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900745927 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

campionario
campionario by Scuola Marilla di Marianna Lawley (sec. XX) 
campionario di Scuola Marilla di Marianna Lawley (sec. XX) 
campionario 
Pagina di campionario con 9 esemplari tessili di varia dimensione; A Bordo di lino lavorato a fuselli a filo continuo (15 x26)con un disegno a nastro ondulato ripetuto su tre file parallele in modo che le anse di uno entrino nei vuoti dell'altro, treccine di congiungimento sono utilizzate per collegare le varie anse rotondeggianti; B finitura a fuselli in filato di lino bianco (2 x 10) con motivo geometrico a piccole ruote punto d'arrivo dei fili che costituiscono le maglie rotondeggianti; C-D Due bordi uguali a fuselli (3 x 20) con motivo a greca geometrica a punte triangolari e le parti vuote unite da freccette di congiungimento; E Finitura di puntine a fuselli attaccata a tela di lino lavorata (16 x 15) con una doppia fila di sfilature a giorno e in un lato esterno è bordata da puntine a fuselli; F finitura sottile di puntine a fuselli in lino (1 x13) G Puntine a fuselli in lino (3 x 10) H puntine a fuselli in lino (3 x 23): tutte con puntine di rifinitura a forma triangolare sostenute da un piccolo bordo a motivo geometrico; I Prova di lavoro in filato di lino ecrù (9x10) disegno costituito da incrocio di 4 piccoli occhielli,ornati ai margini da festoncini (picot), che creano un fondo a grandi maglie sagomate e da aree di lavorazione più compatte di maglie rotondeggianti 
1900-1925 
0900745927 
campionario 
00745927 
09 
0900745927 
La pagina presenta una campionatura di bordi e puntine di rifinitura per biancheria domestica e di casa. I bordi di varie dimensioni, a piccole punte, documentano una produzione, diffusa dovunque in Europa, differenziata tecnicamente solo dal diverso numero di fuselli usati per la lavorazione. I motivi sono ispirati a quelli apparsi nel 1559 nel testo Le Pompe, edito a Venezia dai fratelli Sessa per Mattia Pagano, dove appaiono motivi base della lavorazione a fuselli e numerosi disegni di carattere geometrico (Le Pompe,1559 pubblicato in fac simile con l'introduzione di Levey, Patterns for Venetian bobbin lace, Carlton Bedford,1983). Questo materiale di qualità corrente si trova molto usato nel corso del XIX secolo e nei primi decenni del XX 
n.p 
Pagina di campionario con 9 esemplari tessili di varia dimensione; A Bordo di lino lavorato a fuselli a filo continuo (15 x26)con un disegno a nastro ondulato ripetuto su tre file parallele in modo che le anse di uno entrino nei vuoti dell'altro, treccine di congiungimento sono utilizzate per collegare le varie anse rotondeggianti; B finitura a fuselli in filato di lino bianco (2 x 10) con motivo geometrico a piccole ruote punto d'arrivo dei fili che costituiscono le maglie rotondeggianti; C-D Due bordi uguali a fuselli (3 x 20) con motivo a greca geometrica a punte triangolari e le parti vuote unite da freccette di congiungimento; E Finitura di puntine a fuselli attaccata a tela di lino lavorata (16 x 15) con una doppia fila di sfilature a giorno e in un lato esterno è bordata da puntine a fuselli; F finitura sottile di puntine a fuselli in lino (1 x13) G Puntine a fuselli in lino (3 x 10) H puntine a fuselli in lino (3 x 23): tutte con puntine di rifinitura a forma triangolare sostenute da un piccolo bordo a motivo geometrico; I Prova di lavoro in filato di lino ecrù (9x10) disegno costituito da incrocio di 4 piccoli occhielli,ornati ai margini da festoncini (picot), che creano un fondo a grandi maglie sagomate e da aree di lavorazione più compatte di maglie rotondeggianti 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
campionario 
carta 
lino/ tela/ ricamo 
filo di lino/ merletto a fuselli o tombolo 
bibliografia di confronto: Patterns Venetian - 1983 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here