campionario by Scuola Marilla di Marianna Lawley - manifattura italiana (sec. XX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900745950 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

campionario
campionario by Scuola Marilla di Marianna Lawley - manifattura italiana (sec. XX) 
campionario di Scuola Marilla di Marianna Lawley - manifattura italiana (sec. XX) 
campionario 
Supporto cartaceo celeste dui una pagina sul versro della quale sono applicati 10 campioni ad ago e fuselli; A frammento triangolare a fuselli a punto tela e treccette (7 x 8); B Rosoni a crochet (4 x 6); C Bordo in tela sfilata lavorata a punto passato e punti tagliati e sfilati (12 x 14); D bordino a fuselli (2 x 22); E due pezzi di tela ricamata a punto occhiello, avvolto, tela, punto cordonetto, punti tagliati e sfilati, punto reale (9 x 15 e 5 x 10); F Finitura a fuselli in lino bianco (1 x14); G Due frammenti a fuselli a punto tela e treccette (5 x 9 ciascuno); H Due manichette frammentarie in batista di lino ricamate in sfilato punto pieno, erba, punti lanciati, occhiello,punto filza (13 x 18). A e G sono frammenti uguali nel disegno sciolto a meandro e nella tecnica di eseguire larghe aree a punto tela unite da freccette di quattro fili intrecciati B Il bordo presenta il motivo di corolle circolari con in centro traforato C il disegno a motivo di alberelli stilizzati (illeggibile) è creato dalla non lavorazione della tela e spicca su un fondo a maglie quadrate regolari; D e F due piccole finiture eseguite con un ridotto numero di fuelli con un motivo a rete a maglie quadrangolari (D) e uno a nastro ondulato e continuo disposto in orizzontale Per tutta la sua lunghezza il 
1900-1925 
0900745950 
campionario 
00745950 
09 
0900745950 
Sono lavori che tornano nelle pagine di Campionario a testimoniare non solo le varie tecniche elaborate nella ditta ma le varie prove di soluzioni decorative,per ampliare il repertorio. La pagina fa parte del campionario creato dalla Signora Marianna Lawely fondatrice della Scuola Marilla, laboratorio fiorentino attivo tra il 1914 e il 1925, denominato dalla contrazione del nome della fondatrice (Maria Anna Lawely). Il laboratorio, situato in via Lorenzo il Magnifico con un numero di circa 10 lavoranti, faceva parte dei numerosi laboratori italiani che rifornivano le Industrie femminili Italiane, situate in Lungarno Corsini. Questa era un'associazione tesa a valorizzare la produzione tessile del territorio italiano e un importante centro di diffusione per la vasta clientela italiana e straniera. Secondo un'uso già diffuso nel XIX i laboratori formavano campionari usati per riprendere tecniche e disegni e per mostrare alla clientela. In questa pagina sono contenuti campioni da utilizzare per la biancheria, di casa e anche di chiesa. Le finiture testimoniano il gusto ottocentesco, quando si semplificano i motivi in auge nel corso del XVIII (A- G) secolo o si riprendono quelli della tradizione rinascimentale (C-E). I frammenti H sono ispirati al settecentesco lavoro detto Dresda Work, ricamo su tele leggere di batista inventato ad imitazione dei merletti ad ago fiamminghi 
n.p 
Supporto cartaceo celeste dui una pagina sul versro della quale sono applicati 10 campioni ad ago e fuselli; A frammento triangolare a fuselli a punto tela e treccette (7 x 8); B Rosoni a crochet (4 x 6); C Bordo in tela sfilata lavorata a punto passato e punti tagliati e sfilati (12 x 14); D bordino a fuselli (2 x 22); E due pezzi di tela ricamata a punto occhiello, avvolto, tela, punto cordonetto, punti tagliati e sfilati, punto reale (9 x 15 e 5 x 10); F Finitura a fuselli in lino bianco (1 x14); G Due frammenti a fuselli a punto tela e treccette (5 x 9 ciascuno); H Due manichette frammentarie in batista di lino ricamate in sfilato punto pieno, erba, punti lanciati, occhiello,punto filza (13 x 18). A e G sono frammenti uguali nel disegno sciolto a meandro e nella tecnica di eseguire larghe aree a punto tela unite da freccette di quattro fili intrecciati B Il bordo presenta il motivo di corolle circolari con in centro traforato C il disegno a motivo di alberelli stilizzati (illeggibile) è creato dalla non lavorazione della tela e spicca su un fondo a maglie quadrate regolari; D e F due piccole finiture eseguite con un ridotto numero di fuelli con un motivo a rete a maglie quadrangolari (D) e uno a nastro ondulato e continuo disposto in orizzontale Per tutta la sua lunghezza il 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
campionario 
carta 
lino/ tela/ ricamo 
filo di lino/ merletto a fuselli o tombolo 
filo di lino/ merletto a uncinetto 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here