camicino by Francesco Navone manifattura (sec. XX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900746543 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

camicino by Francesco Navone manifattura (sec. XX) 
camicino di Francesco Navone manifattura (sec. XX) 
camicino 
Tela di batista di lino ricamato con filato di cotone bianco a punto occhiello, sfilature a giorno punto pieno.Il camicino infantile, aperto sul retro con una chiusura costituita da un piccolo bottone di madreperla e una maglietta a punto occhiello per agganciarla, è a girocollo e presenta una manica lunga. Il girocollo presenta una merlatura a punto occhiello presente anche nel finale della manica. Sotto una leggera fila di punto a giorno e sul davanti un decoro composto da cinque margherite disposte in successione regolare, separate l'una dall'altra da un forellino rifinito a punto passato. La composizione è completata da due fiori identici, disposti nella fila sottostante, uno rivolto verso destra e l'altro verso sinistra. Orlo rifinito con il punto a giorno 
1970-1970 
0900746543 
camicino 
00746543 
09 
0900746543 
Nell'opuscolo Il Corredo del mio bimbo, edito da Ancora filati di Milano, viene riportata la lista di un corredo completo per un neonato. Di questo indumento ne erano previste 12 (3 di prima misura, 3 di II misura e 6 di III), abbinati a 12 bavaglini,8 golfini di lana 12 paia di scarpette 2 sacchetti di lana 2 coprifasce 12 paia di scarpette a maglia,2 coprifasce, 3 paia di guantini, insieme anche ad asciugamani di spugna o quadrati di garza morbida (P.Peri, Per raffinare i sensi. La collezione Caponi.Ricami, merletti, abiti e accessori dal XVII al XX secolo,Firenze, 1995,p348, nota n.18 ). Queste indicazioni,insieme ai più svariati consigli per la salute o la toilette del bambino o le cure materne, erano date fin dalla II metà de XIX secolo dalle numerosi pubblicazioni specifiche esclusivamente riservate al corredino. Si era così venuta a consolidare una solida tradizione seguita anche dalle Ditte dalle quali provenivano questi oggetti, che riguardava non solo il numero, ma le forme, i materiali e i decori, per i quali soprattutto dagli anni '50 del Novecento si raccomanda la sobrietà nell'ornare i vari indumenti. Fa parte del corredo di Anna Proto Pisani Figlia della donatrice Rosanna Caterina Proto Pisani, già direttrice del Museo di Palazzo Davanzati, eseguito nel 1970.L'esemplare, come gli altri in collezione di uguale provenienza Inv: Stoffe 12087 al 12093, documenta l'alta qualità esecutiva garantita dalla Ditta Navone ancora negli anni '70, di poco precedenti alla sua definitiva chiusura nel 1978 ( per ulteriori notizie vedi schede relative) 
n.p 
Tela di batista di lino ricamato con filato di cotone bianco a punto occhiello, sfilature a giorno punto pieno.Il camicino infantile, aperto sul retro con una chiusura costituita da un piccolo bottone di madreperla e una maglietta a punto occhiello per agganciarla, è a girocollo e presenta una manica lunga. Il girocollo presenta una merlatura a punto occhiello presente anche nel finale della manica. Sotto una leggera fila di punto a giorno e sul davanti un decoro composto da cinque margherite disposte in successione regolare, separate l'una dall'altra da un forellino rifinito a punto passato. La composizione è completata da due fiori identici, disposti nella fila sottostante, uno rivolto verso destra e l'altro verso sinistra. Orlo rifinito con il punto a giorno 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
camicino 
lino/ batista/ ricamo 
bibliografia di confronto: Peri P - 1995 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here