fazzoletto - manifattura di Bruxelles (ultimo quarto sec. XIX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900748006 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

fazzoletto
fazzoletto - manifattura di Bruxelles (ultimo quarto sec. XIX) 
fazzoletto - manifattura di Bruxelles (ultimo quarto sec. XIX) 
fazzoletto 
Lavoro ad ago del tipo Point de Gaze con fondo a maglie esagonali semplici, rilievi dei motivi creati con fasci raccolti di fili e punto passato, piccole corolle con punto occhiello e passato, vari retini di fondo; il fazzoletto presenta un'ampia cornice di merletto del tipo Point de Gaze, disposta intorno ad una sagomatura ottagonale della tela centrale. Il merletto presenta delle cornici allungate verso i quattro angoli, con fondo a rete semplice su cui è disposto un bouquet di fiori e foglie; altre ghirlande fiorite, sempre su rete leggera, si dispongono in corrispondenza delle sagomature, mentre lungo i lati del fazzoletto è un fitto intreccio di fiori e foglie chiaroscurati, grazie a punti di lavorazione più o meno serrati 
1875-1899 
0900748006 
fazzoletto 
00748006 
09 
0900748006 
La forma sagomata dell'interno del fazzoletto, venuta di moda intorno al 1860, continuerà ad essere usata, pur nelle variate dimensioni, fino alla fine del secolo e, in alcuni esemplari eleganti, anche agli inizi di quello nuovo. Intorno agli anni '70 dell'Ottocento, la tela del fazzoletto si fa molto piccola a favore dell'ampliamento della cornice. E' un fazzoletto da mano per gala, composto da un piccolo centro di batista, rotondo, quadrato o addentellato, con un'alta guarnizione di pizzo (R. Levy Pisetsky). Costante per tutto l'Ottocento è l'abitudine di rifinire gli orli esterni con il merletto, che per la sua leggerezza, ben si abbina ai ricami in bianco. Come bordi di rifinitura, i più rari sono le Malines o gli Alencon, i Point de Gaze, che ben si addicono a fazzoletti da gran sera o da cerimonia mentre i pizzi di Valenciennes sono tra i più diffusi. Il point de Gaze rappresentò il rinnovamento ottocentesco della manifattura di Bruxelles e si caratterizzò per la capacità di eseguire i ricchi motivi floreali, rose, iris, foglie grandi e piccole, con effetti di chiaro scuro e di rilievo 
n.p 
Lavoro ad ago del tipo Point de Gaze con fondo a maglie esagonali semplici, rilievi dei motivi creati con fasci raccolti di fili e punto passato, piccole corolle con punto occhiello e passato, vari retini di fondo; il fazzoletto presenta un'ampia cornice di merletto del tipo Point de Gaze, disposta intorno ad una sagomatura ottagonale della tela centrale. Il merletto presenta delle cornici allungate verso i quattro angoli, con fondo a rete semplice su cui è disposto un bouquet di fiori e foglie; altre ghirlande fiorite, sempre su rete leggera, si dispongono in corrispondenza delle sagomature, mentre lungo i lati del fazzoletto è un fitto intreccio di fiori e foglie chiaroscurati, grazie a punti di lavorazione più o meno serrati 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
fazzoletto 
filo di lino/ merletto ad ago 
lino/ batista 
bibliografia di confronto: Levi Pisetzky R - 1938 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here