scialle - manifattura francese (terzo quarto sec. XIX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900748011 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

scialle - manifattura francese (terzo quarto sec. XIX) 
scialle - manifattura francese (terzo quarto sec. XIX) 
scialle 
Lavoro a fuselli del tipo Chantilly; la mantiglia ha una forma triangolare e presenta il disegno disposto sulla parte posteriore. Questo è formato da un motivo ad asse centrale, di ispirazione architettonica da cui zampillano elementi vegetali rivolti verso il basso. Questo motivo centrale è inserito entro una ampia incorniciatura che delimita tutta la sciarpa e rende sagomati gli orli. Permane l'intreccio di volute architettoniche con motivi vegetali, tutti fatti risaltare dalla leggerezza del fondo a maglie esagonali 
1850-1874 
0900748011 
scialle 
00748011 
09 
0900748011 
La moda dei merletti neri, caratteristici dell'abbigliamento spagnolo fin dal XVI secolo, fu lanciata alla corte francese del II Impero, dall'Imperatrice Eugenia de Montejo. Divennero d'obbligo in ogni guardaroba elegante, utilizzati come sciarpe indossate per la sera, per accompagnare gli abiti da pomeriggio sostenuti dalla crinolina, ma anche come balze per abiti, usate sopra le sete di colori leggeri, e accessori quali quanti e ombrellini. Da quel momento la richiesta di Chantilly fu tale che, oltre all'originaria Chantilly, si attivarono numerosi altri centri di produzione, come Caen e Bayeux (S. Levey). A partire dagli anni '40, furono anche inventate varianti tecniche tese a trovare soluzioni più veloci ed economiche: l'esecuzione del fondo in strisce strette lavorate separatamente e riunite da un invisibile punto di raccordo e l'introduzione di una più facile rete di fondo a maglie oblunghe, conosciuta come fond d'Alencon (P. Wardle). Una produzione economica di qualit‡ inferiore a quella francese, ma comunque in grado di competere con essa nel soddisfare una domanda meno esigente, era quella prodotta nel Belgio, a Grammont e Enghien, dove era stata introdotta la lavorazione degli Chantilly intorno al 1840 (B. Palliser). Verso il 1850-60, le manifatture ancora prosperavano grazie al mercato americano del centro e del sud America, per il quale erano prodotti anche i pesanti merletti del tipo spagnolo in nero: nel 1851 erano 49 le insegnanti di Grammont esclusivamente impegnate ad insegnare la tecnica dello Chantilly. Merletti neri erano prodotti anche in Spagna, specialmente a Barcellona (P. Verhaegen) 
n.p 
Lavoro a fuselli del tipo Chantilly; la mantiglia ha una forma triangolare e presenta il disegno disposto sulla parte posteriore. Questo è formato da un motivo ad asse centrale, di ispirazione architettonica da cui zampillano elementi vegetali rivolti verso il basso. Questo motivo centrale è inserito entro una ampia incorniciatura che delimita tutta la sciarpa e rende sagomati gli orli. Permane l'intreccio di volute architettoniche con motivi vegetali, tutti fatti risaltare dalla leggerezza del fondo a maglie esagonali 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
scialle 
filo di seta grenadine/ merletto a fuselli, Chantilly 
bibliografia di confronto: Levey S - 1983 
bibliografia di confronto: Palliser Bury F - 1902 
bibliografia di confronto: Wardle P - 1982 
bibliografia di confronto: Verhaegen P - 1902 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here