alberello - ambito palermitano (primo quarto XVII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0901142835 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

alberello
alberello - ambito palermitano (primo quarto XVII) 
alberello - ambito palermitano (primo quarto XVII) 
alberello 
Albarello “a rocchetto” in maiolica di manifattura palermitana datato 1621 caratterizzato da un corpo cilindrico rastremato al centro. Il piede a disco è delimitato da un breve colletto preceduto da una contenuta carenatura di raccordo mentre la spalla è profilata in perfetta simmetria pur concludendosi con un orlo estroflesso, adatto a trattenere la legatura di un coperchio in stoffa, carta o pergamena 
ca 1621-ca 1621 
0901142835 
alberello 
01142835 
09 
0901142835 
Nella prima metà del XVII secolo, a Palermo, è nota la produzione di albarelli da speziale. In essi la decorazione di fondo, spesso "a trofei" come in questo caso, è quasi sempre interrotta da un medaglione frontale entro cui campeggia un Santo. Tra i maiolicari siciliani che si contraddistinguono per forme e colori, si annoverano Girolamo, Bartolo e Cono Lazzaro, che lavorano a cavallo del XVI-XVII secolo; l’ultimo testimone della famiglia Lazzaro fu Cono che morì probabilmente a seguito della pestilenza nel 1626 ma, come suoi predecessori, aveva portato avanti il decoro “a trofei” sia sugli albarelli che sui vasi "a bombola". Il Santo qui raffigurato pare corrispondere a Sant’Antonio abate, secondo l’iconografia che divenne popolare dal Medioevo, con i gigli, simbolo di purezza e il libro nella mano sinistra, emblema della sua scienza e del suo insegnamento sempre ispirato dalla Bibbia. I vasi palermitani sono spesso contrassegnati dalla sigla SPQP, che ritroviamo anche nell’albarello in analisi, e che significa Senatus Populusque Panormitanus 
Si trova in esposizione al Museo Nazionale del Bargello a seguito della donazione effettuata nel 1991 da parte dell'Associazione "Amici del Bargello" in memoria dell'amico Terenzio Ducci 
41A773 (49G82):11H(ANTONY ABBOT) 
Albarello “a rocchetto” in maiolica di manifattura palermitana datato 1621 caratterizzato da un corpo cilindrico rastremato al centro. Il piede a disco è delimitato da un breve colletto preceduto da una contenuta carenatura di raccordo mentre la spalla è profilata in perfetta simmetria pur concludendosi con un orlo estroflesso, adatto a trattenere la legatura di un coperchio in stoffa, carta o pergamena 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
alberello 
ceramica/ smaltatura 
bibliografia di corredo: Daidone R - 2005 
bibliografia specifica: Alinari A., Spallanzani M - 1991 
bibliografia specifica: Gaeta Bertelà G., Paolozzi Strozzi B. Spallanzani M - 1993 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here