Diana auf der Hirschjagd, caccia di Diana al cervo (piatto) by Meisel Gustav, Porzellanmalerei Ambrosius Lamm, Dresda - manifattura di Dresda (secc. XIX-XX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0901143100 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

piatto caccia di Diana al cervo
Diana auf der Hirschjagd, caccia di Diana al cervo (piatto) di Meisel Gustav, Porzellanmalerei Ambrosius Lamm, Dresda - manifattura di Dresda (secc. XIX-XX) 
Diana auf der Hirschjagd, caccia di Diana al cervo (piatto) by Meisel Gustav, Porzellanmalerei Ambrosius Lamm, Dresda - manifattura di Dresda (secc. XIX-XX) 
ca 1887-ca 1915 
Piatto circolare con decoro figurato al centro e elementi di ornato in alto e in basso 
Diana auf der Hirschjagd, caccia di Diana al cervo (piatto) 
OdA Pitti 2082 
01143100 
09 
0901143100 
L'esemplare appartiene alla collezione del sacerdote Giacomo Laguzzi, da lui stesso donata il 17 agosto 1943 all'allora R. Soprintendenza alle Gallerie per le provincie di Firenze Arezzo e Pistoia (vedi Verbale con l'elenco delle opere consegnate). La collezione fu depositata a Palazzo Pitti presso il Museo degli Argenti (ora Tesoro dei Granduchi), dove fu esposta dopo gli eventi bellici e successivamente trasferita nella guardaroba della Galleria d'Arte Moderna. La collezione è costituita da 103 miniature su lastre in porcellana aventi in prevalenza come archetipi dipinti, da 25 piatti (12 appartenenti a una serie con raffigurate scene tratte dalle opere di Richard Wagner e i rimanenti decorati con raffigurazioni di gusto naturalistico o tratte da dipinti di maestri dei secoli precedenti) e ancora da 60 esemplari tra statuette, scatole, vasi e gruppi scultorei. Sempre per volontà del Laguzzi, a questo nucleo sono stati aggiunti nel 1946 alcune miniature, sempre su lastra in porcellana. L'esecuzione dei manufatti che costituiscono questa raffinata e variegata raccolta è riconducibile alle manifatture di porcellane attive a Dresda (si veda marchio di fabbrica presente su quasi tutti gli esemplari) ed è databile tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento. Sono caratterizzati da un gusto tipico dell’epoca e rivelano una tecnica di esecuzione mista con alternanza, soprattutto nei piatti, di una pittura centrale eseguita a pennello e incorniciata dalla tesa realizzata con motivi a ornato applicati in decalcomania eseguita con oro in rilievo, in taluni casi applicata su un fondo blu cobalto. La miniatura su lastra in porcellana, la cui ideazione è da ricondurre alla Manifattura di Sèvres durante la direzione di Alexandre Brongniart, ebbe larga fortuna nelle manifatture europee ancora nella seconda metà dell’Ottocento e il cospicuo nucleo presente in questa collezione ne costituisce un interessante esempio. I capolavori su tela riprodotti sono prevalentemente conservati alla Gemäldegalerie Alte Meister, alla Nationalgalerie di Berlino, al Louvre e ai musei di Francoforte sul Meno, di Monaco e di Budapest, oltreché alla Galleria degli Uffizi e alla Galleria Palatina di Palazzo Pitti. La marca del nostro esemplare è accompagnata da un fiore dorato, probabilmente da ricondurre al decoratore, come proposto nel repertorio Robert E. Röntgen, “Marks on German, Bohemian and Austrian porcelain 1710 to the present”, dove alle pagine 77-78 sono riprodotti fiori in oro simili al nostro con l’indicazione “decorator’s mark” e il nome del pittore. Non è noto l'archetipo della nostra miniatura, ma si conosce un bozzetto ritenuto autografo del Rubens, dove è visibile il gruppo di cacciatori che è stato fedelmente riproposto. Il disegno è conservato al Museo del Louvre (si veda: https://collections.louvre.fr/en/ark:/53355/cl020112279#) 
92C351 
48 A 98 13 : 48 A 98 54 
caccia di Diana al cervo 
Diana auf der Hirschjagd 
Piatto circolare con decoro figurato al centro e elementi di ornato in alto e in basso 
caccia di Diana al cervo, Diana auf der Hirschjagd 
Firenze (FI) 
0901143100 
piatto 
proprietà Stato 
porcellana dura/ pittura 
porcellana dura/ doratura 
porcellana dura/ invetriatura 
porcellana dura/ decalcomania 
bibliografia di corredo: Alami Sandy - 2014 
bibliografia di corredo: Haiko H - 2011 
bibliografia di corredo: Tabakoff Sheila K - 1973 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here