Ritratto di George Clavering Nassau, lord Fordwich, terzo Earl of Cowper (dipinto) by Mengs Anton Raphael (terzo quarto XVIII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0901336896 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

dipinto Ritratto di George Clavering Nassau, lord Fordwich, terzo Earl of Cowper
Ritratto di George Clavering Nassau, lord Fordwich, terzo Earl of Cowper (dipinto) di Mengs Anton Raphael (terzo quarto XVIII) 
Ritratto di George Clavering Nassau, lord Fordwich, terzo Earl of Cowper (dipinto) by Mengs Anton Raphael (terzo quarto XVIII) 
dipinto 
Ritratto maschile a mezzo busto. L'uomo è ritratto di tre quarti: il braccio sinistro è piegato e indica verso l'angolo destro del dipinto, mentre lo sguardo è rivolto a sinistra. Indossa un'elegante giacca rossa di velluto e un panciotto dello stesso colore. Dal collo e dalle maniche si intravedono le ruches in pizzo di una camicia bianca 
1769-1769 
0901336896 
dipinto 
01336896 
09 
0901336896 
L'iscrizione latina sul retro del dipinto fornisce molte informazioni sulla sua storia: il nome dell'autore, l'anno e il luogo di esecuzione, l'identità del ritrattato, l'aristocratico collezionista inglese Lord Cowper, e quella del primo possessore del quadro, Carlo Rinuccini. Si tratta di un'opera di grande importanza per la conoscenza dell'attività del Mengs a Firenze e dei suoi rapporti con le figure più eminenti della nobiltà locale e europea. Il quadro, che in precedenza si credeva perduto, è stato riscoperto nel 2001 quando fu esposto alla mostra "Mengs. Alla scoperta del Neoclassico" tenutasi a Padova. Il ritratto fu donato dal Mengs al Rinuccini che aveva commissionato anche una Deposizione, rimasta incompiuta, il cui cartone preparatorio insieme al ritratto del lord inglese, si trovava nell'Ottocento nella collezione di famiglia. Lord Cowper visitò Firenze durante il suo Grand Tour nel 1759 e vi risiedette fino al 1786. L'aristocratico inglese, noto per la sua ricchezza e per uno stile di vita dispendioso, divenne membro dell'Accademia della Crusca, dell'Accademia del Disegno, dell'Accademia Etrusca di Cortona e fu collezionista e mecenate non solo nel campo delle arti ma anche in quello musicale e scientifico. Inoltre durante il suo soggiorno fiorentino ebbe rapporti significativi con la Galleria degli Uffizi, affidò l'incarico al pittore Giuseppe Macpherson di copiare in miniatura 224 autoritratti di pittori appartenenti alla collezione degli Uffizi, facendone poi dono al re Giorgio III d'Inghilterra nel 1773. Inoltre il lord inglese compare anche nel celebre dipinto di Johann Zoffany che rappresenta la Tribuna degli Uffizi, commissionato dalla Regina d'Inghilterra Charlotte, moglie di Giorgio III, eseguito tra il 1772 e il 1777. Proprio agli anni del soggiorno fiorentino del Cowper si fa risalire il dipinto, datato e firmato dal Mengs. La finissima resa del volto dall'incarnato liscio e lucido e la morbidezza del velluto nell'abito del protagonista rivelano alcuni degli aspetti tipici dello stile dell'artista tedesco, considerato uno dei ritrattisti più raffinati della nobiltà europea del Settecento 
Ritratto di George Clavering Nassau, lord Fordwich, terzo Earl of Cowper 
48A811 : 31D14(+4) 
Ritratto maschile a mezzo busto. L'uomo è ritratto di tre quarti: il braccio sinistro è piegato e indica verso l'angolo destro del dipinto, mentre lo sguardo è rivolto a sinistra. Indossa un'elegante giacca rossa di velluto e un panciotto dello stesso colore. Dal collo e dalle maniche si intravedono le ruches in pizzo di una camicia bianca 
Firenze (FI) 
proprietà persona giuridica senza scopo di lucro 
Ritratto di George Clavering Nassau, lord Fordwich, terzo Earl of Cowper 
tavola/ pittura a olio 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here