Psiche e Venere (dipinto, opera isolata) by Vecellio Tiziano (maniera) (seconda metà sec. XV)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/1000061106 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

dipinto, opera isolata Psiche e Venere
Psiche e Venere (dipinto, opera isolata) di Vecellio Tiziano (maniera) (seconda metà sec. XV) 
Psiche e Venere (dipinto, opera isolata) by Vecellio Tiziano (maniera) (seconda metà sec. XV) 
ca 1450-ca 1499 
Soggetti profani: Psiche porta a venere il vaso 
dipinto (opera isolata) 
16959 
00061106 
10 
1000061106 
Il dipinto rappresenta un'abile selezione e mescolanza di brani roperse più o meno fedelmente da composizioni di Tiziano. Le figure più aderenti ai prototipi originali sono: Amore, replica del puttimo appoggiato a Venere nei due quadri raffiguranti Venere che benda Amore (Galleria Borghese e National Gallery di Washington); il satiro all'estrema destra, molto simile alla serva che nella Danae di Vienna raccoglie la pioggia d'oro con un bacile; l'altro satiro che, più vagamente, ricorda i satiri e i pastori dei Baccanali (Gli Andrii del Prado). Garzelli, che nota le derivazioni tizianesche, assegna l'opera ad un pittore della seconda metà del Cinquecento, considerando anche le datazioni dei quadri di Tiziano qui citati 
Psiche e Venere 
Soggetti profani: Psiche porta a venere il vaso 
Psiche e Venere 
Orvieto (TR) 
1000061106 
dipinto 
proprietà Ente religioso cattolico 
tavola/ pittura a tempera 
bibliografia specifica: Garzelli A - 1972 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here