tabernacolo, opera isolata - produzione veneziana (fine sec. XV)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/1000061111 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

tabernacolo, opera isolata
tabernacolo, opera isolata - produzione veneziana (fine sec. XV) 
tabernacolo, opera isolata - produzione veneziana (fine sec. XV) 
tabernacolo (opera isolata) 
Tabernacolo in stile veneziano. Incornicia una tavola centinata, ha cuspide mistilinea, piedritti di imposta e sottili pilastri poligonali, terminanti con pinnacoli ad acroterio. Sulla cuspide il pinnacolo si apre a fiore e da questo emerge la mezza figura di Cristo risorto. Ai lati si sviluppa un ricchissimo tralcio floreale che termina in alto, ai lati del Cristo, con due acroteri a figure di angeli con le braccia incrociate sul petto. I pinnacoli dei pilastrini, costruiti come piccoli tabernacoli, terminano con due altri acroteri; dal fiore emergono due angeli che reggono i simboli della passione di Cristo. La cuspide, i piedritti, i pilastrini ed il basamento su tre ripiani sonofinemente intagliati a traforo, a rose, ad intrecci geometrici. L'aggetto del tabernacolo sulla tavola dipinta è sottilineato da una volta a crociera in prospettiva con nervature, che si stacca concentrica all'arco nello stesso piano dell'imposta. Il tabernacolo è a sua volta racchiuso in una cornice in stile diverso, pienamente rinascimentale 
ca 1490-ca 1499 
1000061111 
tabernacolo 
00061111 
10 
1000061111 
Il tabernacolo ligneo fu donato da Baldassarre Leonardelli e da sua moglie alla cattedrale di Orvieto nel 1484. Il donatore era stato oratore degli orvietani presso il papa nel 1460 e camerlengo dell'Opera del Duomo in quello stesso anno. La data, ormai quasi illeggibile, e la scritta dedicatoria, quasi del tutto scomparsa, sono visibili sul basamento della cornice che racchiude l'intero tabernacolo. Il tabernacolo intagliato, di probabile origine veneziana, ha indotto Franci ad ipotizzare un'analoga origine per il dipinto in esso contenuto 
Tabernacolo in stile veneziano. Incornicia una tavola centinata, ha cuspide mistilinea, piedritti di imposta e sottili pilastri poligonali, terminanti con pinnacoli ad acroterio. Sulla cuspide il pinnacolo si apre a fiore e da questo emerge la mezza figura di Cristo risorto. Ai lati si sviluppa un ricchissimo tralcio floreale che termina in alto, ai lati del Cristo, con due acroteri a figure di angeli con le braccia incrociate sul petto. I pinnacoli dei pilastrini, costruiti come piccoli tabernacoli, terminano con due altri acroteri; dal fiore emergono due angeli che reggono i simboli della passione di Cristo. La cuspide, i piedritti, i pilastrini ed il basamento su tre ripiani sonofinemente intagliati a traforo, a rose, ad intrecci geometrici. L'aggetto del tabernacolo sulla tavola dipinta è sottilineato da una volta a crociera in prospettiva con nervature, che si stacca concentrica all'arco nello stesso piano dell'imposta. Il tabernacolo è a sua volta racchiuso in una cornice in stile diverso, pienamente rinascimentale 
Orvieto (TR) 
proprietà Ente religioso cattolico 
tabernacolo 
legno/ intaglio/ pittura 
bibliografia specifica: Guardabassi M - 1872 
bibliografia specifica: Pittura Umbria - 1984 
bibliografia specifica: Bernardini G - 1906 
bibliografia specifica: Franci C - 1890 
bibliografia specifica: Garzelli A - 1972 
bibliografia specifica: Perali P - 1919 
bibliografia specifica: Piccolomini Adami T - 1883 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here