decorazione plastico-pittorica by Solari Pietro (prima metà sec. XVII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/1100117633 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

decorazione plastico-pittorica
decorazione plastico-pittorica by Solari Pietro (prima metà sec. XVII) 
decorazione plastico-pittorica di Solari Pietro (prima metà sec. XVII) 
decorazione plastico-pittorica 
Stucchi dai profili dorati, raffiguranti angeli, teste di cherubino e motivi d'ispirazione classica come foglie d'acanto, ovuli e rosette incorniciano tre riquadri contenenti affreschi che rappresentano la Conversione e il Battesimo di Cristo, ai lati, mentre quello centrale è illeggibile 
1600-1649 
1100117633 
decorazione plastico-pittorica 
00117633 
11 
1100117633 
A quanto risulta dai documenti, la sontuosa decorazione plastica della chiesa fu affidata allo stuccatore romano Pietro Solari o Solaro, che si trovava già a Fano per realizzare, su disegno di Girolamo Rainaldi, le ornamentazioni a stucco della cappella Nolfi in Cattedrale. Pietro Solari "con tre lavoranti et un garzone in otto mesi stuccò nel 1619 tutta la volta grande con i cornicioni, e colonne sino a terra" (G. Ligi, Congregazione dell'Oratorio di Fano, Ms. 76, Fano, Biblioteca Federiciana, 1710, c.43), allestendo quella scansione che servirà poi al Viviani per i suoi affreschi. Al Solari vengono attribuiti anche gli altri stucchi che scandiscono la successione delle cappelle e decorano gli archi, gli archivolti e le paraste, con festoni, conchiglie, teste di cherubini e angeli sdraiati sui cornicioni degli archi di accesso alle cappelle stesse, realizzati all'incirca nello stesso periodo, o negli anni immediatamente successivi. Anche in questo caso gli stucchi fanno da cornice ad affreschi di Antonio Viviani di Urbino (1560-1620), che rivelano forse, rispetto agli affreschi eseguiti per la volta maggiore, un eccessivo compiacimento dell'autore per gli effetti teatrali 
Stucchi dai profili dorati, raffiguranti angeli, teste di cherubino e motivi d'ispirazione classica come foglie d'acanto, ovuli e rosette incorniciano tre riquadri contenenti affreschi che rappresentano la Conversione e il Battesimo di Cristo, ai lati, mentre quello centrale è illeggibile 
Fano (PU) 
detenzione Ente pubblico territoriale 
decorazione plastico-pittorica 
stucco/ doratura/ pittura a fresco 
bibliografia specifica: Mariano F - 1996 
bibliografia specifica: Battistelli F - 1993 
bibliografia specifica: Calegari G - 1989 
bibliografia specifica: Carloni L - 1995 
bibliografia specifica: Fucili Bartolucci A - 1986 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here