altare - ambito laziale, ambito toscano (sec. XV, sec. XVII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/1200008816-0 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

altare - ambito laziale, ambito toscano (sec. XV, sec. XVII) 
altare - ambito laziale, ambito toscano (sec. XV, sec. XVII) 
altare 
Dalla mensa dell'altare si elevano due colonne i cui fusti lisci sono avvolti da una spirale di racemi fogliati e sormontati da capitelli compositi. Tre cherubini raccordano la cornice modanata della pala con l'architrave. Alla sommità vi è un piccolo tabernacolo con fregi e una colomba bianca al centro 
ca 1400-ca 1499 
ca 1600-ca 1699 
1200008816-0 
altare 
00008816 
12 
1200008816 
Palmegiani (1926, p. 80) riferisce che nel 1601 un bassorilievo raffigurante la Madonna con Bambino fu trasportato in un particolare altare all'interno della chiesa di S. Chiara. La presenza dell'immagine rinascimentale al centro della pala, la struttura slanciata ma ancora sobria delle colonne, le reminescenze del tardo sec. XVI presenti nelle decorazioni (fregi, cherubini...) lascerebbero supporre che sia proprio questo l'altare sopra ricordato. Il rilievo rivela contatti diretti con la plastica toscana del sec. XV, soprattutto con quello di Mino da Fiesole e di Desiderio da Settignano. Il bassorilievo miracoloso fu trasportato nel 1601 nella chiesa di S. Chiara e fu collocato sull'altare dove si teneva coperto con un velo di seta. In precedenza l'immagine della Vergine con il Bambino si trovava sulla porta della vecchia chiesa. Il bassorilievo, ridotto in vari frammenti, è stato ricomposto in maniera grossolana e con un'integrazione poco felice nella parte alta della cornice. Le lesioni della terracotta sono ancora evidenti. L'autore non identificato dell'affresco che circonda il bassorilievo fittile rivela una discreta efficacia plastica ed esaltazione dei valori cromatici. Esso fu oggetto di restauro nel 1966 ma tuttora presenta cadute di colore ed estese ridipinture 
Dalla mensa dell'altare si elevano due colonne i cui fusti lisci sono avvolti da una spirale di racemi fogliati e sormontati da capitelli compositi. Tre cherubini raccordano la cornice modanata della pala con l'architrave. Alla sommità vi è un piccolo tabernacolo con fregi e una colomba bianca al centro 
Rieti (RI) 
proprietà Stato 
altare 
pietra 
intonaco/ pittura a fresco 
stucco/ modellatura/ pittura 
terracotta/ scultura 
bibliografia specifica: Palmegiani F - 1932 
bibliografia specifica: Mostra antologica - 1966 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here