allegoria della Vittoria come aquila (monumento ai caduti - a obelisco) by Pirolo Torelli Donato, Fonderia Laganà (sec. XX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/1500817189 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

monumento ai caduti, a obelisco, Monumento ai caduti della prima e della seconda guerra mondiale
monumento ai caduti, a obelisco, Monumento ai caduti della prima e della seconda guerra mondiale allegoria della Vittoria come aquila, allegoria del sacrificio del soldato per la Patria
allegoria della Vittoria come aquila (monumento ai caduti - a obelisco) di Pirolo Torelli Donato, Fonderia Laganà (sec. XX) 
allegoria della Vittoria come aquila (monumento ai caduti - a obelisco) by Pirolo Torelli Donato, Fonderia Laganà (sec. XX) 
allegoria della Vittoria come aquila, allegoria del sacrificio del soldato per la Patria (monumento ai caduti - a obelisco) by Pirolo Torelli Donato, Fonderia Laganà (sec. XX) 
allegoria della Vittoria come aquila, allegoria del sacrificio del soldato per la Patria (monumento ai caduti - a obelisco) di Pirolo Torelli Donato, Fonderia Laganà (sec. XX) 
1925-1925 
Un ampio basamento in marmo sorregge un obelisco culminante in un'aquila bronzea dalle grandi ali spiegate che brandisce una bandiera; alla base del monumento si trova un rilievo in bronzo che raffigura un gruppo di persone intente ad attività diverse collegate alla guerra. All'estrema sinistra un soldato inginocchiato sta prendendo la mira per sparare, al centro una donna dal capo velato da crocerossina - fulcro simbolico e drammatico della composizione - sta piangendo sul corpo di un giovane soldato defunto la cui giovinezza e virilità sono accentuate dalle membra seminude; sulla destra infine un altro soldato ferito sembra barcollare per il dolore. Nella figura dell'infermiera, come Madonna in Pietà, si tratteggia la figura di Elena D'Aosta, Ispettrice Generale delle infermiere volontarie della Croce Rossa. Il piedistallo è inoltre ornato da una lapide bronzea e dallo stemma della città 
Monumento ai caduti della prima e della seconda guerra mondiale (monumento ai caduti a obelisco) 
00817189 
15 
1500817189 
Pirolo Torelli replica lo stesso bassorilievo per il monumento ai caduti di Baiano (Av), Morcone (Bn), San Cipriano Picentino (Sa) e Teggiano (Na), il cui calco si conserva nel deposito di Castel Sant'Elmo a Napoli, nonchè il bozzetto in gesso dell'intero obelisco 
45A3 : 54F2(+1) : 25F33(AQUILA)(+3) 
allegoria della Vittoria come aquila 
allegoria del sacrificio del soldato per la Patria 
Un ampio basamento in marmo sorregge un obelisco culminante in un'aquila bronzea dalle grandi ali spiegate che brandisce una bandiera; alla base del monumento si trova un rilievo in bronzo che raffigura un gruppo di persone intente ad attività diverse collegate alla guerra. All'estrema sinistra un soldato inginocchiato sta prendendo la mira per sparare, al centro una donna dal capo velato da crocerossina - fulcro simbolico e drammatico della composizione - sta piangendo sul corpo di un giovane soldato defunto la cui giovinezza e virilità sono accentuate dalle membra seminude; sulla destra infine un altro soldato ferito sembra barcollare per il dolore. Nella figura dell'infermiera, come Madonna in Pietà, si tratteggia la figura di Elena D'Aosta, Ispettrice Generale delle infermiere volontarie della Croce Rossa. Il piedistallo è inoltre ornato da una lapide bronzea e dallo stemma della città 
allegoria della Vittoria come aquila 
allegoria della Vittoria come aquila ; allegoria del sacrificio del soldato per la Patria 
Caivano (NA) 
1500817189 
monumento ai caduti a obelisco 
proprietà Ente pubblico territoriale 
bronzo/ fusione 
marmo/ scultura 
bibliografia specifica: Panzetta A - 1994 
bibliografia di confronto: Memoria perduta - 1998 
bibliografia specifica: Maria Rosaria Nappi - 2011 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here