Cristo crocifisso (reliquiario - a croce, opera isolata) by Fra' Michele de Angioii (prima metà XVI)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/1800007636 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

reliquiario, a croce, opera isolata Cristo crocifisso
Cristo crocifisso (reliquiario - a croce, opera isolata) di Fra' Michele de Angioii (prima metà XVI) 
Cristo crocifisso (reliquiario - a croce, opera isolata) by Fra' Michele de Angioii (prima metà XVI) 
reliquiario (a croce, opera isolata) 
La croce è costituita da un pezzo di legno massiccio, lavorato ad intaglio per ottenere un bassissimo rilievo su entrambe le facce, terminante con quattro bracci trilobati. In tutto il campo della croce è raffigurato un albero che ha origine alla sua base, il cui tronco è sorretto, da una parte (recto) dal Padre Eterno per proseguire con il peccato originale di Adamo ed Eva e svilupparsi inserendo tra i suoi rami motivi biblici relativi alle storie della Vergine e del Cristo, mentre dall'altra parte (verso) ha origine dal busto di San Francesco d’Assisi e continua nella sua estensione con inserti di figure di santi e sante appartenenti all’ordine francescano, oltre che dei pontefici. Inoltre da un lato della croce (recto) è raffigurata l’immagine del Cristo crocifisso con il capo reclinato. Nei lobi del braccio orizzontale sono racchiuse delle reliquie da una lato (recto), mentre dall’altro solo una terminazione presenta la raffigurazione della Madonna con il Bambino, poiché nelle altre sono presenti delle lacune. In basso la croce prosegue con un rettangolo di 30 cm che dovrebbe essere utilizzato per impugnare la croce durante il suo trasporto. Su tale rettangolo è riprodotto da una parte (recto) in alto il simbolo dei francescani rappresentato da una croce, composta dal braccio di Cristo e dal braccio di San Francesco, e più in basso l’adorazione del Cristo Crocifisso di S. Francesco d’Assisi, mentre dall'altra parte (verso) è presente in alto una iscrizione realizzata ad intaglio e più in basso S. Michele Arcangelo che uccide il drago, riconoscibile per la presenza della bilancia 
1535-1535 
1800007636 
reliquiario a croce 
00007636 
18 
1800007636 
La croce lignea è un interessante lavoro collegato alle attività di intaglio dei frati francescani presenti non solo sul territorio di Catanzaro ma a Bisignano, a Cosenza a Morano Calabro per la presenza di chiese francescane dell’ordine dell’Osservanza. Il disegno, il colore, i temi trattati, denotano un gusto prettamente bizantino in una sagoma della croce di stile trecentesco. Le piccole figure, che richiamano le miniature dei libri sacri, sono intagliate con particolare cura, e con voluta intensità, sì da occupare tutto il fondo della croce, su cui spicca la rigida e pallida figura del Cristo. La rappresentazione dell’albero francescano o Serafico presente sul verso della croce è un chiaro riferimento alla iconografia francescana che illustra i rappresentanti più importanti dell’ordine nel tempo. Chi sia stato l'autore di tale opera si è cercato di desumerlo dall'iscrizione, solo in parte chiara, posta sulla base della croce, dove è stato decifrato il nome di "Fra Micheli de Anzoi". Dalla lettura dell'iscrizione si evince che “(…) FECI/ FRA MICH/ ELI DE ANZ/ OI DE LANO/ BILE CITADE/ CATANZARO (…)”. Non si hanno notizie documentate su tale frate, né sulla sua vita né sulle sue opere. Si legge soltanto dell'esistenza di un tale "Fra Michele Angioi" nell’opera intitolata “Della Calabria Illustrata” di Giovanni Fiore da Cropani, il quale riporta che il frate, originario di Catanzaro e appartenente all’Ordine francescano degli Osservanti, di ritorno da alcune missioni in terra santa, nel 1548 donò delle reliquie alla Chiesa di S. Maria delle Grazie (attuale S. Teresa all’Osservanza dell’ordine dei Francescani Minori dell’Osservanza), facendo realizzare al suo interno, su suo disegno una Cappella dedicata al Santo Sepolcro; ma tali notizie non sono per altro confermate. Oreste Sergi riporta che di questo antico luogo rimane la celebre croce reliquario del 1535, custodita al Marca, commissionata dal frate francescano sul cui recto è raffigurato il Cristo Crocifisso e le storie della vita della Vergine e del Cristo, sul verso l’Albero Serafico 
Cristo crocifisso 
11 A 1 : 71 A 32 12 2 : 71 A 42 : 11 H 35 : 11 G 31 : 11 H (FRANCESCO D’ASSISI) : 11 F 4 
La croce è costituita da un pezzo di legno massiccio, lavorato ad intaglio per ottenere un bassissimo rilievo su entrambe le facce, terminante con quattro bracci trilobati. In tutto il campo della croce è raffigurato un albero che ha origine alla sua base, il cui tronco è sorretto, da una parte (recto) dal Padre Eterno per proseguire con il peccato originale di Adamo ed Eva e svilupparsi inserendo tra i suoi rami motivi biblici relativi alle storie della Vergine e del Cristo, mentre dall'altra parte (verso) ha origine dal busto di San Francesco d’Assisi e continua nella sua estensione con inserti di figure di santi e sante appartenenti all’ordine francescano, oltre che dei pontefici. Inoltre da un lato della croce (recto) è raffigurata l’immagine del Cristo crocifisso con il capo reclinato. Nei lobi del braccio orizzontale sono racchiuse delle reliquie da una lato (recto), mentre dall’altro solo una terminazione presenta la raffigurazione della Madonna con il Bambino, poiché nelle altre sono presenti delle lacune. In basso la croce prosegue con un rettangolo di 30 cm che dovrebbe essere utilizzato per impugnare la croce durante il suo trasporto. Su tale rettangolo è riprodotto da una parte (recto) in alto il simbolo dei francescani rappresentato da una croce, composta dal braccio di Cristo e dal braccio di San Francesco, e più in basso l’adorazione del Cristo Crocifisso di S. Francesco d’Assisi, mentre dall'altra parte (verso) è presente in alto una iscrizione realizzata ad intaglio e più in basso S. Michele Arcangelo che uccide il drago, riconoscibile per la presenza della bilancia 
Catanzaro (CZ) 
proprietà Ente pubblico territoriale 
Cristo crocifisso 
legno/ intaglio, pittura 
bibliografia di confronto: Pelaggi A - 1976 
bibliografia specifica: AA.VV - 1956 
bibliografia specifica: Risaliti, Sergio - 2008 
bibliografia specifica: Cagliostro Maria Rosaria - Mafrici Mirella - 1978 
bibliografia specifica: 1 Guida - 1984 
bibliografia specifica: Fiore Giovanni - 1743 
bibliografia specifica: Guida d'Italia - 1980 
bibliografia specifica: Iannino Corrado - 2001 
bibliografia specifica: Leone Giorgio - 2009 
bibliografia specifica: Sergi Oreste - 2010 
bibliografia specifica: Tutti musei - 1984 
bibliografia specifica: Touring club italiano - 1951 
bibliografia specifica: Liceo ginnasio Luigi Galvani - 1965 
bibliografia di confronto: Colacino Parisi Sara - 1955 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here