allegoria del soldato come eroe antico, compianto delle donne al sepolcro, contadino (monumento ai caduti) by Guerrisi Michele (secondo quarto sec. XX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/1800154172 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

monumento ai caduti, Monumento ai caduti della prima guerra mondiale allegoria del soldato come eroe antico, compianto delle donne al sepolcro, contadino
allegoria del soldato come eroe antico, compianto delle donne al sepolcro, contadino (monumento ai caduti) by Guerrisi Michele (secondo quarto sec. XX) 
allegoria del soldato come eroe antico, compianto delle donne al sepolcro, contadino (monumento ai caduti) di Guerrisi Michele (secondo quarto sec. XX) 
Monumento ai caduti della prima guerra mondiale (monumento ai caduti) 
il monumento è costituito da una base a croce greca con tre gradini degradanti verso l'alto, l'ultimo dei quali molto rialzato rispetto ai primi due; sui lati corti della base sono collocati due gruppi scultorei: quello sul lato anteriore è formato da due figure maschili a torso nudo, e precisamente un guerriero colto nel momento in cui sfodera la spada con la mano destra, mentre con la sinistra tiene lo scudo, ed un altro accanto a lui, che rappresenta un contadino che semina; il secondo gruppo è posizionato sul lato posteriore, di fronte a due alte colonne marmoree, e si tratta di due donne: una in età avanzata, è in posizione eretta e con la testa ripiegata con la mani chiuse in preghiera, l'altra è più giovane, è pensierosa ed è seduta a terra con un bambino in braccio; sui prospetti dei plinti delle colonne sono incisi i nomi di duecentotré caduti della prima guerra mondiale 
1927-1927 
1800154172 
monumento ai caduti 
00154172 
18 
1800154172 
Il monumento ai caduti di Palmi è stato realizzato da Michele Guerrisi nel 1927. Presso il "Fondo Guerrisi" della Biblioteca comunale "Domenico Topa" di Palmi, si conserva una lettera datata 15 settembre 1926, indirizzata allo scultore dal commissario prefettizio di Palmi, il quale comunica a Guerrisi che il comitato esecutivo ha deciso di affidargli l'incarico di eseguire il monumento, chiedendogli anche la presentazione di un progetto di sistemazione della piazza, compreso l'ornamento arboreo e floreale. Il monumento è stato inaugurato nel 1932 alla presenza del Re Umberto di Savoia (Notizie, in Brutium a. 30 gennaio 1927 a. VI n. 1-2; Il monumento ai Caduti di Palmi inaugurato dai Principi di Piemonte, in Giornale di Sicilia, a. 8 giugno 1932) 
allegoria del soldato come eroe antico 
contadino 
compianto delle donne al sepolcro 
45B : 45A30 : 54F2(+4) 
42B74 : 42B751 : 42E41 
46A14(+0) 
il monumento è costituito da una base a croce greca con tre gradini degradanti verso l'alto, l'ultimo dei quali molto rialzato rispetto ai primi due; sui lati corti della base sono collocati due gruppi scultorei: quello sul lato anteriore è formato da due figure maschili a torso nudo, e precisamente un guerriero colto nel momento in cui sfodera la spada con la mano destra, mentre con la sinistra tiene lo scudo, ed un altro accanto a lui, che rappresenta un contadino che semina; il secondo gruppo è posizionato sul lato posteriore, di fronte a due alte colonne marmoree, e si tratta di due donne: una in età avanzata, è in posizione eretta e con la testa ripiegata con la mani chiuse in preghiera, l'altra è più giovane, è pensierosa ed è seduta a terra con un bambino in braccio; sui prospetti dei plinti delle colonne sono incisi i nomi di duecentotré caduti della prima guerra mondiale 
Palmi (RC) 
proprietà Ente pubblico territoriale 
allegoria del soldato come eroe antico ; compianto delle donne al sepolcro ; contadino 
pietra 
bronzo/ fusione 
marmo venato/ incisione 
bibliografia specifica: Frangipane A - 1927 
bibliografia specifica: Giornale Sicilia - 1932 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here