cane (mattonella) - ambito salernitano (sec. XVII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/2000050703 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

mattonella cane
cane (mattonella) - ambito salernitano (sec. XVII) 
cane (mattonella) - ambito salernitano (sec. XVII) 
mattonella 
Si ha in campo bianco un cane azzurro che reca in bocca una fiaccola. L'animale si trova in un prato verde acceso con alcune piante assai stilizzate. Brilla in alto tra due cortine blu una stella gialla a otto punte. La mattonella è presente in due diverse versioni: con il cane volto a destra o speculare 
1600-1699 
2000050703 
mattonella 
00050703 
20 
2000050703 
La mattonella fa parte di una serie di quattro commissionata, con ogni probabilità, apposta per S. Lucifero dal Comune di Cagliari, che curò l'erezione della Chiesa tra il 1646 e il 1682. Il soggetto è quello del sogno della futura madre di S. Domenico, che vide un cane con una fiaccola che terminava con una croce in bocca, e che fu interpretato come una nascita salvifica contro le eresie. Da allora il cane, che nella chiesa in analisi è più volte riscontrabile, è stato simbolo dei Domenicani (letti Domini - canes). La presenza del simbolo domenicano in S. Lucifero è dovuta alla lunga reggenza che quest'ordine ebbe della chiesa, dalla consacrazione al 1769. Difatti mattonelle analoghe sono state ritrovate nel convento cittadino di S. Domenico, dal quale S. Lucifero dipendeva. La fattura di questa mattonella è interessante, benchè si notino alcune imperfezioni in certi esemplari. La mano esecutrice è la stessa degli altri tre disegni delle mattonelle che inizialmente andarono a foderare la cripta dove nel 1623 era stata trovata la tomba di S. Lucifero. Le maioliche sono state fatte esaminare da diversi esperti di varie zone d'Italia, che concordemente hanno indicato un'origine meridionale e più probabilmente vietrese nel salernitano, dove vi era una fabbrica attiva già sullo scorcio del 1400. Inoltre sono documentati rapporti commerciali di varia natura tra quelle zone e Cagliari, che rendono plausibile l'attribuzione. Il disegno è semplice e i colori sono pochi: bruno, giallo, blu, verde. Alcuni elementi, come la marcatura bruna di contorno al disegno, ritornano sempre 
cane 
Si ha in campo bianco un cane azzurro che reca in bocca una fiaccola. L'animale si trova in un prato verde acceso con alcune piante assai stilizzate. Brilla in alto tra due cortine blu una stella gialla a otto punte. La mattonella è presente in due diverse versioni: con il cane volto a destra o speculare 
Cagliari (CA) 
proprietà Stato 
cane 
maiolica 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here