Trofeo di armi (decorazione plastica) by Cairano, Gaspare (fine/inizio secc. XV/ XVI)

https://w3id.org/arco/resource/Lombardia/HistoricOrArtisticProperty/2k090-00048_R03 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

decorazione plastica Trofeo di armi
Trofeo di armi (decorazione plastica) by Cairano, Gaspare (fine/inizio secc. XV/ XVI) 
Trofeo di armi (decorazione plastica) di Cairano, Gaspare (fine/inizio secc. XV/ XVI) 
decorazione plastica 
I due trofei sono posti sugli angoli del prospetto principale del Palazzo della Loggia: questa collocazione "di spigolo" conferisce loro un'evidenza plastica e figurativa che non ha uguali in tutto il decoro scultoreo dell'edificio e della piazza circostante. Secondo l'iconografia del trionfo antropomorfo, rappresentano un'armatura romana sormontata da un elmo e decorata, sul pettorale, da girali vegetali che prendono origine da un mascherone. A decorare la fronte dell'elmo ci sono una valva di conchiglia, una testa virile con la bocca spalancata ed una sfinge. Alla base dell'armatura c'è un altro volto maschile barbuto con una corona di foglie ricavato da un blocco di marmo separato. 
post 1499-ante 1500 
decorazione plastica 
2.0 
Insieme ai busti, i trofei costituiscono le sculture figurative di maggiore rilievo dell'apparato decorativo della Loggia. Con essi condividono il nitore e la plasticità delle forme che vengono esaltate dalla luce, la resa accuratissima dei dettagli evidente nelle pieghe della veste, nella descrizione delle foglie che fanno da corona al mascherone o dei dettagli decorativi di ispirazione vegetale così come nel modellato dell'armatura che evoca l'anatomia del soldato che la indossava. I tempi della loro realizzazione a opera di Gasparo Cairano sono documentati dai pagamenti che gli vengono corrisposti fra il maggio del 1499 e il marzo dell'anno successivo. Questa precisazione cronologica ha permesso, ai contributi più recenti di individuare nei trionfi della Loggia, una fra le derivazioni più precoci in Italia Settentrionale dei Trofei del Campidoglio a riprova del linguaggio innovativo e non periferico che si andava elaborando nel cantiere della Loggia fra Quattrocento e Cinquecento. 
Trofeo di armi 
I due trofei sono posti sugli angoli del prospetto principale del Palazzo della Loggia: questa collocazione "di spigolo" conferisce loro un'evidenza plastica e figurativa che non ha uguali in tutto il decoro scultoreo dell'edificio e della piazza circostante. Secondo l'iconografia del trionfo antropomorfo, rappresentano un'armatura romana sormontata da un elmo e decorata, sul pettorale, da girali vegetali che prendono origine da un mascherone. A decorare la fronte dell'elmo ci sono una valva di conchiglia, una testa virile con la bocca spalancata ed una sfinge. Alla base dell'armatura c'è un altro volto maschile barbuto con una corona di foglie ricavato da un blocco di marmo separato. 
Brescia (BS) 
proprietà Ente pubblico territoriale 
Trofeo di armi 
marmo bianco/ scultura 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here