Donna che legge, Studio di figure (disegno) by Crespi, Ernesto (sec. XX)

https://w3id.org/arco/resource/Lombardia/HistoricOrArtisticProperty/4y170-00005_R03 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

disegno Donna che legge, Studio di figure
Donna che legge, Studio di figure (disegno) by Crespi, Ernesto (sec. XX) 
Donna che legge, Studio di figure (disegno) di Crespi, Ernesto (sec. XX) 
ante 1931-ante 1931 
matita di grafite su carta quadrettata (recto e verso) 
disegno 
03 
Le opere di Enrico Crespi si caratterizzano per un una semplificazione della forma espressa, in particolare nella realizzazione di figure e di soggetti legati alla natura. Appartenente al gruppo "i Canditi" di Legnano, l'attività artistica del pittore prende avvio in occasione della Biennale di Venezia del 1928 e procede con una serie di mostre in diverse gallerie milanesi (Vilardi 2001-2002). Nell'ottobre del 1931 con i pittori legnanesi presenta un nucleo di opere alla Galleria del Milione. In quell'occasione le raccolte pubbliche milanesi acquistano il disegno "Donna che legge", registrato il 10 marzo 1932. Dando priorità all'immediatezza dell'immagine, l'opera realizzata a matita su carta quadrettata, si caratterizza per il tratto schematico e veloce, tipico di uno schizzo. La figura della donna, infatti, risulta descritta in maniera sommaria senza nessuna pretesa naturalistica. Sul verso è presente uno studio con due sagome femminili, anch'esse contraddistinte da un tratto rapito e sintetico di grafite, la quale con semplici e schematiche linee tratteggia le due figure viste di spalle. 
Donna che legge 
Studio di figure 
matita di grafite su carta quadrettata (recto e verso) 
Donna che legge ; Studio di figure 
Milano (MI) 
disegno 
proprietà Ente pubblico territoriale 
carta 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here